in ,

Attentato in Burkina Faso, Farnesina conferma: tra le vittime un bambino italiano

Purtroppo è stata confermata la drammatica notizia diffusa già ieri dai media di tutto il mondo: la vittima italiana dell’attentato terroristico avvenuto a Ouagadougou, in Burkina Faso, è un bambino italiano. Si tratta del figlio del titolare del bar ‘Le Cappuccino”‘, insieme agli Hotel ‘Splendid’ e ‘Ybi’ luogo scelto dagli attentatori per far esplodere le due autobombe che hanno causato la morte di almeno 20 persone.

Hanno confermato la notizia il ministro degli Esteri ucraino e poco fa anche la Farnesina: il piccolo è deceduto insieme alla madre, una donna ucraina, la zia e la nonna. Aveva 9 anni ed era figlio del titolare del caffè-ristorante, un italiano, Gaetano Santomenna, anch’egli deceduto nella esplosione.

L’attacco armato jihadista alla capitale del Paese è stato rivendicato da al-Qaeda nel Maghreb islamico: “È un attacco per punire gli adoratori della Croce per i crimini commessi in Repubblica Centrafricana, in Mali e nelle altre terre dei musulmani e per vendicare il nostro Profeta, contro gli occupanti delle nostre terre, i saccheggiatori delle nostre ricchezze e coloro che violentano la nostra sicurezza”. Il tragico bilancio parla di almeno 2325 morti, tra cui i 4 terroristi, e 35 feriti.

Ferragosto 2015 in agriturismo

Fiera Agriturismo Milano 2016: date e orari dell’evento sul turismo verde

The Vampire Diaries 7 e The Originals 3, ecco cosa accadrà: parla Julie Plec