in ,

Attentato di Capodanno a Istanbul: cosa sappiamo al momento

Notte di terrore a Istanbul dove l’anno nuovo inizia con l’incubo del terrorismo. È in corso una caccia all’uomo per trovare l’autore che ha aperto il fuoco nella notte di Capodanno 2017 all’interno della discoteca Reina Club, noto locale del quartiere di Besiktas, frequentato da stranieri. Il bilancio parziale è di 39 morti, di cui 22 identificati dalla polizia turca. Le vittime straniere sarebbero almeno 15, ma secondo fonti locali il bilancio è destinato ad aggravarsi.

COSA SAPPIAMO DEL KILLER

In queste ore si sta cercando di capire se l’attentatore abbia agito da solo. L’assalto ha avuto inizio quando un uomo vestito da babbo Natale si è avvicinato all’ingresso del Reina Club, estraendo un Kalashnikov e neutralizzando le guardie giurate. Poi avrebbe fatto ingresso nel locale sparando all’impazzata sui tavoli. Secondo testimoni, molte persone si sarebbero gettate nelle acque dello stretto del Bosforo per tentare di sfuggire al killer, che è riuscito poi a dileguarsi ed è tuttora in fuga. I feriti attualmente ricoverati negli ospedali della capitale turca sono 69.

I VIDEO DELL’ATTACCO

Alcune fonti locali turche insistono sulla tesi del commando e non sull’azione di un killer isolato al Reina Club di Istanbul, dove in una sparatoria sono state uccise nella notte di Capodanno 39 persone. Lo riferisce RaiNews nella diretta dedicata all’attentato nella città turca.

Attentato di Capodanno a Istanbul, “Purtroppo, la violenza ha colpito anche in questa notte di auguri e di speranza. Addolorato sono vicino al popolo turco” ha detto Papa Francesco questa mattina all’Angelus commentando quanto accaduto nella notte a Istanbul.

“Siamo in contatto con gli italiani che sono a Istanbul e fin qui, fortunatamente, non ci sono riscontri negativi”. Così il ministro degli Esteri, Alfano, assicura che finora non risultano connazionali coinvolti nell’attentato di Capodanno al nightclub “Reina” di Istanbul, che ha provocato 39 vittime. “Comunque –  ha aggiunto Alfano – l’Unità di Crisi della Farnesina è attiva 24 ore su 24.”

Nuovo Governo Mattarella Gentiloni

Il discorso di fine anno del Presidente Mattarella: il messaggio integrale

MORTA INSEGNANTE MENINGITE

Meningite, Toscana: tre casi in poche ore, ecco dove e le indicazioni dell’Asl