in ,

Attentato Isis in Tunisia, ultime news: il killer non era solo

Contrariamente a quanto ipotizzato dalle autorità tunisine subito dopo il massacro, l’autore della strage di Sousse non avrebbe agito da solo. Seifeddine Rezgui avrebbe avuto dei complici e la carneficina di cui venerdì scorso è stato capace, l’avrebbe messa in atto insieme a qualcun altro. A riferire la notizia, il ministro del Turismo tunisino, Selma Elloumi Rekik: “L’attentatore dell’Hotel Riu Imperial autore della strage di Sousse, non era solo e non è arrivato dal mare, bensì con un utilitaria”.

Il Ministro ha inoltre spiegato che gli inquirenti, corroborati da 16 funzionari di Scotland Yard, sono impegnati nella ricerca dei complici del killer 24enne deceduto nell’attentato, e nella ricostruzione esatta della dinamica dell’accaduto. Gli investigatori avrebbero già sentito familiari ed amici del terrorista, senza pervenire ad informazioni utili alle indagini. “Non so chi possa aver messo in testa queste idee a mio figlio, sono scioccato”, ha detto Hakim Rezgui, padre dell’attentatore.

Intanto le autorità tunisine attendono l’arrivo dei ministro dell’Interno francese, Bernard Cazeneuve, inglese, Theresa May, e tedesco, Thomas de Maiziere: insieme di recheranno nei luoghi dell’attentato per rendere omaggio alle vittime.

Ecco cosa cambia per la maternità e il congedo parentale

Maternità e congedo parentale Inps: le novità del decreto

Calciomercato Inter

Calciomercato 2015, Serie A: i 10 colpi più importanti di giugno