in ,

Attentato Manchester rivendicato da Isis: “Il peggio deve ancora venire” (FOTO)

Attentato Manchester, adesso è ufficiale: la strage di ieri sera, lunedì 22 maggio 2017 alla Manchester Arena, porta la matrice di Isis. L’attentato terroristico è stato rivendicato – con consuete modalità – nel primo pomeriggio di oggi, martedì 23 maggio 2017. Il Califfato,  tramite l’agenzia Amaq (ripresa da Site), fa sapere che il kamikaze è uno dei suoi membri: “Uno dei soldati è riuscito a posizionare ordigni esplosivi in mezzo a un raggruppamento di crociati nella città britannica di Manchester dove è avvenuta l’esplosione nell’edificio Arena – si legge nella rivendicazione dello Stato Islamico – che ha causato la morte di 30 crociati e il ferimento di altri 70.”

—> Attentato a Manchester: l’appello disperato di amici e parenti

Le minacce di Isis, dopo l’attentato a Manchester, non sono finite qui: “Per chi venera la Croce e i loro alleati il peggio deve ancora venire. Sia lode al Signore”. Il testo pubblicato da Site non fornisce alcuna indicazione sull’identità del “soldato del Califfato” indicato come responsabile dell’esecuzione della strage. Attenzione, però, perché la rivendicazione di Isis potrebbe dare un dettaglio che porterebbe a una rivalutazione delle indagini da parte degli inquirenti.

—> Le ultime notizie sulle news con UrbanPost

Nel testo, infatti, l’Isis parla di alcune bombe e non di un kamikaze, come invece diffuso dalla polizia. Intanto i servizi segreti britannici continuano le indagini con due arresti: un 23enne fermato dalla polizia in relazione alla strage e un altro all’interno di un centro commerciale evacuato, che al momento non è accusato dell’attentato. Non solo. I media britannici danno notizia di numerosi blitz nella città britannica.

Vasco Rossi Modena 2017 Biglietti: sold-out ufficiale, venduti gli ultimi 20mila tagliandi

Orlando Bloom e Viviana Ross: l’attore seduce la cameriera ma il finale non è dei migliori (FOTO)