in ,

Attentato a Parigi, le reazioni dal mondo della musica: dai Coldplay a Cesare Cremonini, tutti i messaggi per la Francia

“Stasera Milano torniamo sul palco. O con il cuore dimesso. O con il cuore che porta il doppio d’amore. Io ho già scelto la seconda.” ha twittato Cesare Cremonini dopo la notizia degli attentati che hanno devastato Parigi: l’autore italiano ha quindi optato per non sospendere i suoi concerti perchè, come si legge sulla sua pagina Facebook, “Andate con lo stesso sorriso di prima ai concerti, ascoltate la musica, riempite i teatri, i cinema, le biblioteche, le università, gli stadi, le piazze, i bar e le strade, le discoteche e i ristoranti e i negozi e i centri sociali e le spiagge e i prati e le montagne e le terrazze e salite sugli aerei, sulle navi e sui treni e sognate liberamente.”.

Come l’Europa e il mondo intero, anche il mondo della musica sembra spaccarsi in due davanti a tutto l’orrore che viene da Parigi: i Foo Fighters, a differenza di altri, hanno deciso di sospendere tutte le date del tuor europeo con un annuncio su Facebook, “È con profondo rammarico e sincera preoccupazione per tutti coloro che si trovano a Parigi che siamo costretti ad annunciare la cancellazione del resto del tour. Alla luce di questa violenza senza senso, la chiusura delle frontiere e il lutto internazionale, non possiamo continuare in questo momento. Non c’è altro modo per dirlo. Tutto ciò è pazzesco e fa schifo. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con tutti coloro che sono stati colpiti o che hanno perso una persona cara“. Gli U2, che per il 14 Novembre avevano in programma una data proprio a Parigi, hanno annullato il concerto mentre Madonna, da Stoccolma, ha lanciato il suo grido di rabbia verso gli attacchi terroristici alla Capitale Francese spiegando che non avrebbe annullato il suo concerto per non “darla vinta ai terroristi”.

Anche i Coldplay hanno optato per non annullare la loro esibizione a Los Angeles: la band ha però rivoluzionato la scaletta suonando solo sette pezzi, tutti in omaggio alle vittime degli attentati. Tanti altri messaggi sono stati lasciati sui social network degli artisti internazionali e nazionali, tra questi ultimi anche Gianna Nannini che scrive “Vicina a tutte le vittime di Parigi. Mi fa rabbrividire il pensiero che al Bataclan dove anch’io ho suonato sia stato scenario di questo spargimento di sangue. Attenzione a chi sta dietro le sigle. Teniamoci stretti in un silenzio che non fa dimenticare.Gianna“.

Debora Villa intervista

Debora Villa: ecco la neo moglie di Massimo Boldi per Matrimonio al Sud (INTERVISTA)

iPhone 6 vs Samsung Galaxy S6, la batteria che si ricarica in 5 minuti