in ,

Attentato terroristico a Manchester: 22 morti e almeno 60 feriti

Orrore a Manchester in Gran Bretagna: un’esplosione alla Manchester Arena dopo il concerto della popstar Ariana Grande nella tarda serata di lunedì 22 maggio ha fatto 22 morti e 60 feriti. Secondo le prime sommarie informazioni trapelate dalla Polizia di Manchester, non ci sarebbero dubbi sulla matrice terroristica dell’atto.

La strage è avvenuta attorno alle 22.30 subito dopo la fine del concerto. Ariana Grande è rimasta rimasta illesa secondo una sua portavoce. Subito dopo l’esplosione è scoppiato il panico fra gli spettatori, in gran parte giovani e giovanissimi, alcuni accompagnati dai genitori. La Manchester Arena è la più grande struttura indoor d’Europa, con una capienza di oltre 21 mila posti.

Secondo le prime indiscrezioni, l‘ordigno esploso era ad altissimo potenziale e poteva contenere chiodi o schegge metalliche. Le indagini sono affidate alla North west Counter terrorism unit. Secondo una pista investigativa, rilanciata anche dall’emittente TV americana CNN, l’azione sarebbe da attribuire ad un kamikaze che sarebbe già stato identificato.

(notizia in aggiornamento)

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

Calciomercato Milan Keita Biglia

Calciomercato Milan ultimissime, assalto a Biglia e Keita della Lazio

strage concerto ariana grande

Attentato terroristico a Manchester news: bombe intrise di chiodi, identificato kamikaze (VIDEO)