in

Attenzione carriera: l’ansia da Post

Il sito di informazione legale Findlaw.com ha pubblicato un articolo in cui si legge che moltissime persone sono convinte di poter perdere il proprio posto di lavoro a causa di un post pubblicato sui vari profili Social. 

ansia da post

Findlaw.com ha intervistato circa 1000 adulti americani di età differenti, con un questionario focalizzato sulle attività svolte su Twitter, facebook, Instagram e Pinterest. Circa 29% dei ragazzi di età compresa fra i 18 e 34 anni ha ammesso di temere di aver messo a rischio la propria posizione lavorativa, per colpa di un commento o di una foto postati su internet.  Il 74% di tali utenti ha poi rimosso il post dalla paura.

Tra gli intervistati che si aggirano attorno ai 35-64 anni c’è meno preoccupazione. Solo il 36% ha cancellato il post dopo aver avuto un po’ di timore nei confronti del lavoro. Stephanie Rahlfs, un avvocato di FindLaw.com, ha dichiarato: “La rimozione di un post o di una foto può non essere sufficiente, in quanto le informazioni molto spesso continuano a vivere in altre parti di Internet. È meglio pensare che tutto ciò che si posta potrebbe vivere su Internet per sempre, e di conseguenza pensarci due volte prima di premere il tasto Invia.”

Curriculum vitae: tutti gli errori da evitare

Camillo Agnello attacca Trimarchi: "l'amore non dura due settimane"

Uomini e Donne, Camillo Agnello bacchetta Emanuele Trimarchi: “L’amore non dura due settimane”