in ,

Auguri di Pasqua: frasi e poesie da scambiarsi anche a tavola, con il pranzo di carne o di pesce

Pasqua 2015 è ufficialmente iniziata, quali sono le frasi di auguri che si possono donare ai propri amici e parenti? Sono davvero tante, ma ecco qualche consiglio utile di poesie e aforismi da potersi scambiare anche a tavola, durante il pranzo di carne o di pesce, per intrattenersi tra una portata e l’altra.

Si arriva a tavola, ci si saluta, ci si danno i due baci di cortesia, ci si abbraccia, e poi? E poi, si regala un pensiero, una frase, una poesia, un augurio di Buona Pasqua scritto su carta per poterlo conservare, non soltanto smartphone, quindi. Si possono regalare anche più frasi, dopo l’antipasto, il primo, il secondo e il dessert. Che cosa scrivere?

Un pensiero per Pasqua, che possa valere sempre? Ecco un augurio di Madre Teresa di Calcutta: “Non aspettare di finire l’università, di innamorarti, di trovare lavoro, di sposarti, di avere figli, di vederli sistemati, di perdere quei dieci chili, che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina, la primavera, l’estate, l’autunno o l’inverno. Non c’è momento migliore di questo per essere felice”.

Donare una poesia? Eccone una bellissima di Gianni Rodari: “Dall’uovo di Pasqua/ è uscito un pulcino/ di gesso arancione/ col becco turchino./ Ha detto: “Vado, / mi metto in viaggio / e porto a tutti / un grande messaggio”. / E volteggiando / di qua e di là / attraversando / paesi e città / ha scritto sui muri, / nel cielo / e per terra: / – Viva la pace, / abbasso la guerra- “.

tendenze moda primavera estate 2015

Moda primavera estate 2015: tornano i leggins, ecco gli errori da evitare

Williams Finale

Tennis, WTA Miami: Serena Williams trionfa in finale