in ,

Auguri a Enzo Francescoli: il principe del calcio compie 54 anni

Se ne chiamano un altro principe per forte che sia, lo si deve al fatto o gli assomiglia fisicamente o è ispirato a lui perchè di principe ce n’è uno solo.” Questa è una citazione di Federico Buffa, nella sua serie Storie Mondiali per Sky. Questa frase descrive al meglio quello che era Enzo Francescoli, eterno campione del River Plate e del Cagliari. Oggi, el principe, compie 54 anni e noi vogliamo ripercorrere la sua carriera attraverso i fermo immagine dei suoi trionfi.

Francescoli cresce nei Montevideo Wanderers, ma viene subito scoperto dal River Plate, che nel 1983, quando aveva appena 22 anni, lo mette sotto contratto. La storia di Francescoli al River è una di quelle che difficilmente si ripetono nella storia: Enzo diventa subito bomer della sua squadra e aiuta gli argentini a conquistare il campionato, divenendo il miglior giocatore sudamericano dell’anno. El flaco, altro soprannome con cui veniva chiamato, lasciò l’Argentina per il Racing Club de France, squadra che, dopo la fondazione del PSG, diverrà il secondo club di Parigi. Saranno anni di transizione, prima dell’approdo all’Olympique Marsiglia, dove la carriera di Francescoli sarò arricchita di un altro trofeo, la vittoria della Ligue One.

El principe giungerà anche in Italia, al Cagliari. Il suo arrivo alla squadra sarda coinciderà con la salvezza nel primo anno e la qualificazione alla Coppa Uefa nella stagione 1992/1993. Nel Cagliari, Francescoli giocherà in una posizione più arretrata, eppure riuscirà a segnare diciassette gol. L’anno dopo si trasferisce al Torino, dove giocò una sola stagione. Al tramonto della sua carriera, Francescoli tornò al River Plate conquistando nuovi trofei. La sua storia rimarrà per sempre nella memoria dei tifosi del Cagliari, ma soprattutto nei supporters del River Plate.

raw

Corso di fotografia for dummies, lezione n. 9: il file RAW

Fabrizio Corona carcere

Fabrizio Corona “aggredisce una giornalista”: ecco la smentita