in

Aurora boreale 2016/2017, dall’Islanda alla Norvegia: ecco i periodi migliori per ammirarla

L’aurora boreale è un piccolo miracolo della natura e da sempre tutti noi ne siamo affascinati. Si tratta di un fenomeno molto particolare e che si sviluppa quando le particelle di origine solare – protoni ed elettroni – entrano in contatto con la ionosfera: gli atomi dell’atmosfera vengono così diseccitati emettendo luce a diverse lunghezze d’onda. Se per l’anno 2017 avete intenzione di ammirarla e avete deciso di viaggiare, ecco i periodi migliori da prendere in considerazione dall’Islanda alla Norvegia.

L’aurora boreale ha generato molti miti e leggende: per i lapponi, ad esempio, sono i fuochi della volpe, mentre per gli eschimesi rappresentano le anime delle persone che non ci sono più. Storie o racconti a parte, l’aurora boreale è un fenomeno atmosferico che tutti dovremmo vedere almeno una volta nella vita. Dunque la domanda sorge spontanea: quand’è il periodo giusto e i luoghi più adatti dove ammirarla? Il periodo migliore è senz’altro da novembre a marzo e in Islanda come in Norvegia, è possibile vederla senza grandi difficoltà.

In Norvegia, infatti, il periodo perfetto è a cavallo dei mesi di novembre e febbraio: in questo periodo la luce è praticamente assente, questa caratteristica rende l’aurora boreale molto più visibile e una delle città candidate è senza dubbio Oslo e i caratteristici fiordi norvegesi. In Islanda, invece, l’aurora boreale è ben visibile dalla sua capitale Rejkjavik, raggiunta in questo periodo dell’anno da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo. Anche in questo caso, il periodo migliore va da ottobre a marzo.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

CARABINIERI SPARATORIA NEL REGGINO

Crotone ultim’ora: 22enne uccide la madre soffocandola e poi confessa il delitto, arrestata

Prostata 10 consigli per mantenerla in salute

Prostata: 8 consigli utili per mantenerla sana e scongiurare gravi patologie