in ,

Australia, surfista 17enne uccisa da uno squalo: la testimonianza del padre

Una tragedia si è consumata nella giornata di ieri in Australia dove una ragazza, 17enne e surfista, è stata uccisa da uno squalo davanti alla famiglia.  Il padre ha tentato disperatamente di soccorrerla. Mentre Teesh veniva aggredita sotto gli occhi della madre e delle due sorelline sulla spiaggia. È morta così, ieri pomeriggio, Laeticia Brouwer, una surfista di 17 anni, attaccata da uno squalo nei pressi di una rinomata spiaggia vicino a Esperance, in Western Australia, 700 km a sud di Perth.

—> Tutto sul mondo delle news con UrbanPost

La giovane, portata a riva dal padre che surfava con lei, è stata subito soccorsa dai paramedici e ricoverata in condizioni critiche in ospedale, dove è morta poco dopo. La ragazza, che tutti chiamavano Teesh, era stata sbranata a una gamba e aveva perso immediatamente molto sangue.

“Le circostanze dell’attacco erano piuttosto orribili, ma i volontari e i servizi di emergenza sono stati veloci a rispondere. Purtroppo nonostante i loro migliori sforzi, la ragazza è venuta a mancare ieri sera”, ha detto alla radio nazionale Abc. La spiaggia è stata chiusa e le acque sono pattugliate alla ricerca dello squalo.

Diretta Leicester - Atletico Madrid dove vedere in tv e streaming

Diretta Leicester – Atletico Madrid dove vedere in tv e streaming gratis Champions League

Marine Le Pen ospite a diMartedì

Cosa sta succedendo in Francia: perché la tensione è alle stelle