in ,

Austria, elezioni presidenziali invalidate per irregolarità: ballottaggio da rifare

Colpo di scena politico in Austria a poco più di un mese dall’elezione del nuovo esecutivo; la Corte Costituzionale ha giudicato irregolari le ultime votazioni svolte il 22 maggio, affermando che a causa di alcune irregolarità il ballottaggio va ripetuto. A ricorrere all’organo giuridico austriaco era stato il candidato del partito di estrema destra Norbert Hofer.

L’esponente dell’Fpoe era stato battuto di pochi punti dal rivale, l’esponente dei verdi Alexander Van der Bellen al ballottaggio che ora potrebbe essere completamente ribaltato dal ritorno alle urne; tra le principali irregolarità contestate dal partito euroscettico di Hofer, lo scrutinio di voti in presenza di persone non autorizzate e l’inizio dello spoglio dei voti per corrispondenza prima del tempo prestabilito.

La Corte Costituzionale ha rilevato irregolarità in 14 delle 20 circoscrizioni sotto esame e indicate nel ricorso dell’Fpoe; tutto da rifare dunque con il nuovo ballottaggio delle presidenziali che potrebbe avere luogo tra settembre ed ottobre. Intanto Norbert Hofer spera di poter superare la soglia del 50% e diventare il primo presidente nazionalista, anti-immigrazione ed euroscettico di un paese dell’UE.

Allarme bomba Bologna

Bologna, allarme bomba in Piazza Maggiore: artificieri in azione

Fare impresa in Italia

Fare impresa in Italia è più facile? I sorprendenti dati della Classifica Doing Business 2016