in

Autismo, a Torino una rassegna cinematografica in occasione della Giornata mondiale del 2 aprile

Il 2 aprile si celebra la Giornata mondiale dell’autismo. Un’occasione in più per riflettere su una sindrome che, compromettendo lo sviluppo del sistema nervoso centrale, comporta un deficit comportamentale e relazionale che sta coinvolgendo un numero sempre più elevato di bambini (in Europa si stima che ne siano colpite sei persone su mille).

Torino mostra Renoir

Tanti le iniziative in programma per la Giornata mondiale. Il cinema – e un esempio ne è stato la super premiata pellicola “Rain Man” – sembra un linguaggio molto congeniale a descrivere il fenomeno.

Per vivacizzare il dibattito e far conoscere più da vicino questa sindrome i cui effetti sono ancora per lo più poco noti, il Museo Nazionale del Cinema di Torino propone per il terzo anno consecutivo una rassegna cinematografica curata da Ginevra Tomei e Marco Mastino.

Si chiama “CinemAutismo” e fino al 2 aprile 2014 riempirà gli spazi di Cinema Massimo, Cinema Romano e il Movie – Cineporto con le pellicole più significative sul tema: da “Autism Reality” di Alex Plank al documentario “Meraviglia” di Nicholas Di Valerio e Ludovica Isidori, dalla biografia di “Temple Grandin”, una delle donne autistiche più celebri al mondo, a “Diagnosis: different”, film di Alex Plank che fa riflettere sull’importanza di una diagnosi precoce.

Per conoscere il programma completo, visita il sito ufficiale.

(fonte: Redattore sociale; autore dell’immagine principale ANSESGOB, da Flickr.com)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

the walking dead finale di stagione

The Walking Dead 4, stasera gran finale di stagione al ‘Terminal’

vestiti comodi fashion week per disabili

Disabili e moda: in Francia nasce una rivista sul tema e si pensa all’“Alter fashion week”