in

Autunno in Barbagia 2016: eventi, sapori sardi e itinerari, da Oliena a Dorgali

Sardegna: terra di bellezze, tradizioni, folclore e antichi saperi. Settembre potrebbe essere un buon periodo per avvicinarsi ai segreti di questa terra, magari partecipando ad Autunno in Barbagia, suggestiva kermesse che da settembre a dicembre permette di scoprire alcuni dei paesini più caratteristici della vasta regione montuosa sarda che si estende lungo i fianchi del massiccio del Gennargentu.

Ogni weeekend si fa festa in un borgo diverso: dal 2 al 4 settembre l’appuntamento è a Bitti, mentre il weekend successivo ci si sposta a Oliena; seguono Dorgali (dal 16 al 18 settembre), Sarule (17 e 18 settembre), Austis (dal 23 al 25 settembre), Lula (dal 30 settembre al 2 ottobre), proseguendo con tanti altri itinerari nei fine settimana successivi, fino, appunto, ad arrivare al 18 dicembre. Partecipare è una buona occasione per riscoprire la storia e l’identità di ognuno di questi paesi, lasciandosi sorprendere ora dai balli e costumi tradizionali ora dall’antico canto a tenore, in un contesto poetico dove trovano spazio sinfonie di colori e di sapori. Il territorio, dove si intervallano colline e boschi, offre bellezze naturalistiche e paesaggi incantati incorniciati dalle montagne: l’ideale per chi ha voglia di concedersi una pausa rigenerante in mezzo alla natura.

SCOPRI TUTTE LE IDEE DI VIAGGIO SU URBAN POST!

La prima tappa di questo itinerario sorprendente conduce a Bitti (Nuoro), dove visitare il Parco Naturale Regionale dell’Oasi di Tepilora, nell’area di Crastazza, o ancora le graziose cascate Sas Lapias de Monte Ruju. Nei cortili delle case troverete tavole imbandite di ottimi formaggi, mentre le “cortes” saranno animate da musica itinerante. Ma potreste anche scegliere di visitare Oliena, villaggio sorto sotto il massiccio calcareo del monte Corrasi, o ancora Dorgali di cui riscoprire, oltre ai villaggi nuragici, la grotta di Ispinigòli. Ad Austis rimarrete a bocca aperta di fronte alla meraviglia degli abiti tradizionali femminili, anche se ovunque avrete modo di apprezzare arti e tradizioni che svelano l’anima più autentica del territorio: dall’arte orafa, con dimostrazioni “dal vivo” di artigiani, all’esposizione di prodotti tipici.

Per rimanere aggiornati sul programma consultate il portale ufficiale. Vi segnaliamo, infine, che Autunno in Barbagia invita gli Instagrammers a partecipare a un contest fotografico: visitate i paesi aderenti e condividete le vostre foto utilizzando l’hashtag #autunnoinbarbagia16 + il nome del comune. Cosa immortalare? Scorci del territorio, ma anche piatti tipici o riti della tradizione.

Foto in apertura tratta dalla pagina Facebook “Autunno in Barbagia”

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

crollo palazzo ponte milvio rma

Roma, rotta tubatura: voragine sull’asfalto vicino a San Pietro, sprofonda edicola

MotoGPSilverstone

Moto Gp Silverstone 2016 risultati qualifiche: acuto di Crutchlow, Rossi 2° davanti a Vinales