in ,

Avril Lavigne morta, bufala ‘immortale’: la cantante sostituita da una sosia, la teoria complottista che mette in allarme i fan

Avril Lavigne morta: la bufala immortale

Avril Lavigne morta: tranquilli, è una bufala. Una fake news che, nonostante sia stata smascherata, ogni tanto rispunta e torna in auge.

La falsa notizia iniziò a circolare in rete dal 2011, in queste ore si è rivestita di attualità: la cantante pop rock famosissima nei primi anni duemila sarebbe morta nel 2003 e poi rimpiazzata da un sosia. Avril Lavigne – che oggi ha 32 anni ed è viva e vegeta – si sarebbe tolta la vita in casa quand’era nel picco della sua carriera e stava lavorando al suo secondo disco; la sua casa discografica avrebbe taciuto la verità sostituendo l’artista con una sua sosia, Melissa Vandella, la doppelgänger che avrebbe preso il suo posto mostrandosi ai paparazzi.

Avril LAvigne: il mistero sui suoi problemi di salute

La cantante canadese di “Complicated” sarebbe dunque morta 14 anni fa: una tesi complottista che evidentemente ad alcuni piace, altrimenti non si spiega perché la fake news riprenda periodicamente vigore sul web, complice forse il mistero (mai davvero chiarito) sui problemi di salute che anni fa colpirono l’artista, costretta ad allontanarsi dalle scene perché affetta dalla malattia di Lyme, causata da un particolare tipo di zecca.

L’indiscrezione della presunta morte dell’artista viaggia in rete da un po’ d’anni e proprio in questi giorni è tornata a circolare dopo questo tweet, che parla proprio di ‘teoria del complotto’:

Il post è apparso sul profilo di una utente che dice di essere una ragazza di 17 anni, che ora ha 18mila follower perché ha fatto diventare ‘Avril Lavigne’ un argomento trending su Twitter. In realtà ha ripreso una vecchia storia apparsa per la prima volta nel 2011 sul blog brasiliano “Avril está morta”, che parlava della notizia per spiegare come può funzionare una teoria del complotto.

Avril Lavigne ieri e oggi, le foto a confronto

Questo post, insieme a immagini sulle differenze nei lineamenti e nella calligrafia della Lavigne, costituisce il grosso delle prove a favore della teoria. La bufala prosegue infatti dicendo che negli anni successivi alla notizia della presunta morte, Avril Lavigne avrebbe cambiato stile e voce, e mettendo a confronto diverse sue immagini, sostiene che ci sarebbero alcuni dettagli del suo volto e del suo corpo di ieri differenti da quelli di oggi; sarebbe diversa anche la grafia e lo stile compositivo dei brani.

>>> TUTTO SUL MONDO DEL GOSSIP CON URBANPOST <<<

L’aspetto particolare di questa bufala è che c’è un articolo di Buzzfeed che spiega come da un piccolo blog brasiliano si sia estesa a tutto il web arricchendosi di particolari. In un articolo intitolato “Ecco come ho per sbaglio reso la morte di Avril Lavigne una bufala virale”, il giornalista Ryan Broderick ha spiegato che i suoi colleghi di Buzzfeed Brasile gli segnalarono la cosa e lui la condivise su Twitter. Il link fu poi ripreso da altri utenti i quali, pur apprendendo che di fake news si trattava, la misero in circolazione. C’è chi ovviamente ci ha riso su, altri invece – lo si apprende dalle indiscrezioni delle ultime ore –  l’avrebbero presa sul serio …

Alcune immagini di delle ‘due’ Avril Lavigne a confronto:

 

 

Mostra fotografica a Milano: Pachamama, la natura si riprende i suoi spazi

Morgan

Morgan vs Conti e De Filippi: “Mi hanno escluso da Sanremo, ho 5 dischi pronti” e stuzzica Fedez (FOTO)