in

Baciamo le mani Palermo – New York 1958 anticipazioni: settima puntata

Domani, venerdì 4 ottobre, su Canale 5, andrà in onda la settima e penultima puntata della fortunatissima fiction intitolata Baciamo le mani Palermo – New York 1958 che vede, fra i protagonisti, Virna Lisi, Sabrina Ferilli e Francesco Testi e che nella sesta puntata ha catturato, davanti al teleschermo, ben 4.970.000 telespettatori per uno share del 19,45%. I telespettatori assisteranno ad un finale al cardiopalma in cui la guerra tra i Vitaliano e Don Gillo Draghi diventerà sempre più cruenta.

virna lisi e sabrina ferilli

Proprio quando è scoppiata la passione fra Ruggero e Gabriella, le cose hanno iniziato a prendere una bruttissima piega. Il piano di Don Gillo, per attaccare i Vitaliano attraverso Felicita, pare essere riuscito. Gabriella e Agnese, che hanno cercato di combattere la mafia a modo loro, una credendo nella legge, l’altra armando la famiglia, hanno entrambe miseramente fallito. Cosa succederà, quindi, ora? Con Ruggero uscito miracolosamente illeso dall’attentato, Agnese, sicura del fatto che la mafia colpirà ancora, si preparerà a ricevere nuovi attacchi da parte della mafia locale mentre Gabriella, pronta a credere ancora una volta nella giustizia e nella legalità e a combattere secondo le regole aizzerà tutti i commercianti locali provocando una vera e propria sommossa con tutti quelli che riuscirà a convincere e che con Don Gillo hanno un conto in sospeso da anni.

Chi riuscirà a fermare il boss che terrorizza Agnese e Gabriella? Maria Rosa, la figlia, ha le prove per farlo, per incastrare sia lui che i complici, ma chi riuscirà a convincerla?  La giustizia riuscirà a fermare Don Gillo o l’uomo si vendicherà ancora prima che le due donna possano fare la loro mossa. Cosa succederà fra Gabriella e Ruggero? Come reagirà l’ormai ex moglie del figlio di Agnese?

Seguici sul nostro canale Telegram

Pelle liscia, una questione genetica: inutili quasi completamente le creme

VULCANO FIUMICINO

Le eruzioni di Fiumicino, piccoli vulcani crescono