in

Baciato dal Sole, intervista esclusiva a Lorena Cacciatore: “Milla me la porterò dentro”

La prima stagione di Baciato dal sole, serie televisiva che vede come protagonista Guglielmo Scilla, è stata un successone e i produttori si stanno già mettendo all’opera per la seconda stagione. La redazione di UrbanPost ha intervistato in esclusiva una delle attrici principali Lorena Cacciatore, la quale nella serie televisiva interpreta la parte di Milla Venturi.

Grande successo per la fiction “Baciato dal sole”, quali sono le sensazioni a caldo?

Sicuramente un’esperienza bellissima, che mi ha arricchito moltissimo dal punto di vista umano e professionale, perchè lavorare con Antonello Grimaldi è un’esperienza più unica che rara. Sono molto contenta che la serie abbia avuto un gran successo e spero che le ultime due serate confermino, se non raddoppino, gli ascolti che abbiamo avuto finora.”

Un cast composto da un mix di grande esperienza, grazie alla presenza di Zeno o di Barbara Boboulova, e freschezza, grazie alla miriade di giovani talenti come te, Nina Torresi o Guglielmo Scilla. Cosa hai imparato da personaggi come Zeno e la Boboulova e da giovani come Scilla e la Torresi?

Qualsiasi lavoro porta in sé una possibilità di arricchimento. Parlavo prima di Antonello Grimaldi, ma devo ringraziare anche Giuseppe e Barbara. Sia da Zeno che da Scilla mi sono arrivati degli scambi importantissimi. Giuseppe Zeno è un attore generosissimo, un professionista molto generoso, che durante le scene capiva l’importanza delle scene per me e mi dava tutto il tempo per entrare nella parte. Guglielmo, tu parlavi di freschezza: lui ha portato una ventata di allegria, laddove Baciato da sole tocca delle tematiche forti e quindi finendo le scene c’era sempre un pò di malinconia, mentre Guglielmo con la sua allegria riusciva a smorzare tutto.”

Prima “Provaci ancora Prof”, poi “Che Dio ci aiuti”, poi ancora “Tutto può succedere” ed infine “Baciato dal sole”: quale è stata la fiction che ti ha segnato di più?

Baciato dal sole è la fiction più complessa che abbia mai girato, proprio perchè il mio personaggio è estremamente difficile. Probabilmente non per un discorso di preferenze, ma per la qualità del mio lavoro, mi è piaciuto di più questa esperienza di Baciato dal sole perchè mi ha permesso di indagare su una tipologia di personaggio che fino ad oggi disconoscevo. Milla me la porterò dentro, nei miei ricordi e nel mio bagaglio da attrice. E’ stata una conoscenza profonda di un settore che, non appartenendomi, è stato comunque interessante sviluppare.”

Protagonista anche al cinema con “Mi rifaccio il trullo”: questa invece che esperienza è stata?

Mi rifaccio il trullo è una gioia per chi lo guarderà ed è stato una gioia anche farlo, perchè il clima dell’umanità pugliese è molto solare. Io sono stata accolta in questa famiglia composta da Uccio De Santis e da tutti gli attori dei Mudù, che si conoscono da 15 anni perchè fanno questo programma su Telenorba da 15 anni, Antonella Genga, Umberto Sardella, è stata un’accoglienza meravigliosa. Io temevo di inserimi in un gruppo ormai già consalidato, che lavora insieme da tanti, invece sin dal primo giorno sono stata travolta da un cuore gigantesco, che è il cuore dei pugliesi. Uccio De Santis è diventato un mio carissimo amico. Questa settimana saremo a Domenica In per promuovere il film. Quando un film si fa in un clima sereno e armonico, si vede, si avverte.”

Meglio il cinema o il teatro?

Io non esprimo preferenze, perchè non si possono esprimere. Io amo fare il cinema, così come amo fare tv e amo calcare le tavole del palcoscenico teatrale, che ti da delle emozioni uniche. Da tutte e tre impari qualcosa e capisci quanto studiare ed essere preparati possa essere importante.”

Ieri è morto Riccardo Garrone, mito del cinema italiano: hai avuto modo di conoscerlo? Cosa perde il cinema italiano con la sua morte?

Garrone è stato un professionista. Lui viene dal teatro e, come tutti gli attori che hanno un contatto diretto con il pubblico, lui ha saputo esprimere attraverso il suo lavoro questa grandissima umanità. Ha saputo portare al cinema questa grandissima umanità e comicità sottile. Ha avuto una carriera meravigliosa ed è una perdita molto forte. Gli artisti quando vengono a mancare la loro mancanza si sente.”

Domanda di gossip: sei fidanzata?

No, non sono fidanzata.”

Ci sono progetti in cantiere sia televisivi che cinematografici?

Come progetto di cui posso parlare, sicuramente le due serie di Tutto può succedere e Il paradiso delle signore. Per il resto siamo nella stagione del calciomercato per quanto riguarda l’attore, quindi stiamo aspettando risposte e incrociamo le dita.”

INTERVISTA A NINA TORRESI

50 Sfumature di Nero,

50 Sfumature di Nero: Dakota Johnson e Jamie Dornan amoreggiano fuori dal set?

anders breivik utoya vince causa contro stato

Norvegia, Breivik fa il saluto nazista in aula: il killer di Utoya a processo contro lo Stato