in ,

Bafta 2016 Awards, successo per Morricone, The Revenant trionfa: ecco tutti i vincitori

Si sono svolti questa notte in Inghilterra i “Bafta Awards 2016”, gli Oscar britannici giunti ormai alla 69^ edizione. Alla kermesse inglese hanno preso parte tutti i favoriti per Academy Awards (guarda la nostra lista) che si assegneranno tra due settimane: tra questi presente Leonardo Di Caprio grazie al ruolo svolto nella pellicola “The Revenant – Redivivo” di Inarritu (leggi la recensione). La star hollywoodiana ha avuto l’onore di ricevere il premio come “miglior attore protagonista” per l’interpretazione fornita nel film campione di incassi; con lo stesso prodotto, il regista messicano Inarritu ha vinto il premio di “miglior regista” con una particolare menzione per la scenografia oltre al titolo di “miglior film” superando, di poco, “Mad Max: Fury Road”. La pellicola realizzata da Inarritu ha portato a casa anche i premi per la “miglior fotografia” e per il “suono” candidandosi, apertamente, a diventare protagonista anche alla serata degli Oscar del 28 febbraio.

Dicevamo della buona posizione ottenuta da “Mad Max: Fury Road”, pellicola uscita a maggio 2015 e realizzata dal regista George Miller. Incetta di premi anche per questa pellicola proiettata nel futuro portando a casa la palma per il “miglior costume”. Questo film, apprezzato dagli amanti del genere, ha ottenuto altri due titoli relativi al “trucco e parrucco” ed al “montaggio” mentre ha ottenuto il secondo posto per la categoria “miglior film”. Per il titolo di “miglior attrice protagonista” premiata l’attrice Brie Larson impegnata, nell’ultimo anno, con la pellicola “Room” mentre per la “sceneggiatura più originale” premiato “Il Caso Spotlight”, prossimamente al cinema in Italia. Titolo di merito anche per Kate Winslet come “attrice non protagonista” impegnata in “Steve Jobs”.

Nella notte dei “Bafta Awards 2016” premio anche per l’italiano Ennio Morricone, autore della colonna sonora di “The Hateful Eight”, realizzato da Quentin Tarantino e favorito anche per la conquista dell’Academy Awards. Proprio come “Inside Out”, film d’animazione che sta riempiendo la propria bacheca di premi e per “Star Wars Episodio VII” con la conquista del titolo nella categoria “effetti visivi”. Come miglior documentario dell’anno, secondo la giuria britannica, premio da assegnare ad “Amy” mentre per i titoli inglesi menzioni particolari per “Brooklyn” (film britannico), “Operator” (cortometraggio inglese) e al regista Nowar per la realizzazione di “Theeb”.

militante casapound pestato a sangue

Ammazzato di botte davanti casa: vincita alle slot prima del pestaggio

Dis coll novità per il 2017?

Voucher lavoro Inps 2016: cosa sono e come funzionano, usi (e abusi) del lavoro accessorio