in ,

Elisabetta Ballarin, da bestia di Satana a guida turistica verso la redenzione

Il suo nome è Elisabetta Ballarin, ex bestia di Satana condannata a 22 anni di carcere per l’omicidio di Mariangela Pezzotta, avvenuto nel gennaio 2004. Il suo nuovo lavoro è quello di guida turistica nel Comune di Monte Isola, sul lago di Iseo. La strada verso la redenzione della Ballarin non poteva che destare grande scalpore. La donna ha però precisato: “So di non poter restituire nulla ma i miei sforzi sono dedicati a chi ho fatto soffrire“.

ballarin betia di satana

Elisabetta Ballarin sta ancora scontando la sua pena pluridecennale in regime di semilibertà nel carcere di Verziano, in provincia di Brescia. Il suo impiego all’ufficio turistico del Comune di Monte Isola rientra nel progetto del carcere “Liberi a Monte Isola”, che ha lo scopo di reintegrare i detenuti nella società affidando loro lavori di pubblica utilità.

A difendere la Ballarin è il sindaco Pietro Giuseppe Ziliani, che ha così spiegato l’assunzione della donna: “Dal Verziano ci hanno segnalato la Ballarin, che tra l’altro si è laureata da poco, e l’abbiamo presa“. Il sindaco ha poi aggiunto: “Sono convinto di questo: l’unica cosa che non si può cambiare di una persona è il passato. Presente e futuro invece sì“. Adriano Paroli, ex sindaco di Brescia, ha anche sottoscritto la richiesta di grazia per Elisabetta Ballarin.

Inps: in 10 anni la spesa per la disoccupazione è più che raddoppiata

Anticipazioni Il segreto settimanali dal 22 al 26 luglio: Tristan e Pepa passano la loro prima notte di passione