in

Ballarò: intervista a tutto campo a Matteo Renzi

All’indomani della direzione del PD, il presidente del Consiglio Matteo Renzi si è mostrato ottimista, per la larga maggioranza alla sua linea. Alla trasmissione “Ballarò” ha affrontato argomenti che aveva già esposti nell’invento al Nazareno. In testa a tutto c’è la riforma del lavoro e il Tfr. Ha ammesso che la discussione è stata bella anche se qualcuno non era d’accordo. Si è votato ed ora la Riforma del lavoro è vicinissima. Per quanto riguarda il Tfr in busta paga ne stanno parlando e ne discuteranno nei prossimi giorni. Invece di tenere i soldi da parte per la fine del lavoro li danno tutti i mesi. Renzi fa l’esempio di uno che guadagna 1300 euro e che potrebbe aggiungere 180 euro al mese e non è poco e nel giro di un anno, ha un potere d’acquisto maggiore. Ballarò intervista Matteo Renzi

Per quanto riguarda la mobilitazione della Cgil Renzi ricorda che è legittimo scendere in piazza e ha grande rispetto per i sindacati ma chiede dove sono stati in questi anni in cui i diritti dei giovani sono stati cancellati e quelli dei cassintegrati improvvisamente svaniti e sono passati dal 7 al 13% di disoccupazione. Non c’erano! Lui è determinato a non mollare perché vuole cambiare il Paese che ha bisogno di avere meno discorsi e più proposte concrete. In conclusione il Premier parla sull’iter della delega in Senato e crede che la gente stia dalla loro parte e non con i sindacati. Poi passa all’attacco di D’Alema e dice che ogni volta che parla lui guadagna un punto percentuale nei sondaggi e se non ci fosse dovrebbero inventarlo.

Roberto Saviano invita il Governo a spostarsi a Napoli

Roberto Saviano: invita il Governo di Matteo Renzi a spostarsi da Roma a Napoli

mediaset premium mya dracula

Dracula serie tv Canale 5: anticipazioni puntata 6 ottobre