in

Ballottaggi, crocifisso coperto con nastro adesivo nel seggio elettorale: è polemica

È scoppiata la polemica ancor prima dello spoglio a Signa. In uno dei diciassette seggi del comune fiorentino in cui si è votato per il ballottaggio tra l’esponente del centrosinistra Giampiero Fossi e quello del centrodestra Vincenzo De Franco, si è scatenata una diatriba per un gesto poco gradito. La moglie di uno dei candidati, Fossi, in qualità di presidente di seggio, date le polemiche delle elezioni precedenti (comprese quelle dello scorso 26 maggio 2019) ha fatto coprire con dello scotch il crocifisso presente nel seggio, innescando la polemica.

Crocifisso coperto con lo scotch: “Follie elettorali toscane”

Secondo quanto riportato, dopo aver chiesto un parere alla prefettura, la presidente ha fatto coprire il crocifisso con lo scotch: il gesto – ripreso nel pomeriggio da una persona che scattando una foto l’ha postata su Facebook – ha scatenato la furia di alcuni esponenti della Lega. «Follie elettorali toscane. – ha scritto Susanna Ceccardi, commissaria della Toscana, sotto la foto – A Signa (FI) siamo al ballottaggio. La moglie del candidato sindaco del PD fa la presidente di seggio non pensando minimamente per opportunità politica di rinunciare». E ancora: «In compenso, ha deciso di coprire con lo scotch il crocifisso, sia mai che possa offendere qualcuno dei suoi elettori… E per l’offesa all’intelligenza e al buonsenso, cosa copriamo con lo scotch? #follia #pdinToscana». E così, dopo le proteste dei rappresentanti di lista, lo scotch è stato rimosso.

Leggi anche —> «Reddito di cittadinanza non mi bastava!», beneficiario disperato rapina un benzinaio nel casertano, poi si pente

“Magari muori”, il tormentone dell’estate 2019 porta la firma di un’agenzia di pompe funebri

Milano, spara al figlio 13enne della compagna: «Gli devono dare l’ergastolo»