in

Bambina di 10 anni muore di tumore, la madre: «Niente funerale, dopo averla vista soffrire, non credo più!»

Iolanda Deda aveva solo dieci anni, troppo pochi per morire. Per oltre undici mesi questa bambina di Padova ha lottato con un tumore alla testa che purtroppo non le ha lasciato scampo, che l’ha strappata all’amore della famiglia, all’affetto degli amici e compagni di scuola, alla gioia della vita. Tra innumerevoli sofferenze, il cuore della piccola Iolanda Deda ha smesso di battere lo scorso mercoledì in un letto del reparto di Oncoematologia pediatrica. 

Come racconta “Il Messaggero”, che ha riportato la notizia tra i primi: «Nella casa della bambina ci sono ancora l’albero e le decorazioni di Natale: dal 25 dicembre, infatti, mamma Nike è stata accanto alla figlia costantemente, facendo ritorno nell’abitazione solo per qualche minuto!». Proprio la madre, addolorata per una perdita enorme, che non ha nome, ha confessato a “Il Mattino” di Padova: «Non vogliamo fare il funerale, io non credo più: ho visto mia figlia soffrire troppo. Non auguro a nessuna mamma di vedere la propria bambina gridare dai dolori lancinanti. L’unica cosa che mi consola è che ha smesso di soffrire». Il calvario, il lungo calvario di Iolanda Deda era iniziato lo scorso marzo: la bambina lamentava dei fastidi al collo, che tuttavia non facevano pensare ad un cancro, a cui però si sono aggiunti in seguito altri sintomi, come un fastidio all’occhio sinistro, perdite di equilibrio e in ultimo una crisi improvvisa avvenuta a scuola il giorno della festa del papà. Poi i controlli accurati e la terribile scoperta: «Mi hanno detto che aveva un tumore molto aggressivo e che le restava poco da vivere: sono morta dentro, fino all’ultimo ho sperato nel miracolo», ha raccontato la madre.

La bambina non aveva smesso di andare a scuola: nonostante la stanchezza, la radioterapia e le varie difficoltà amava trascorrere del tempo con i compagni di classe. Negli ultimi mesi ci si era aggrappati ad una flebile speranza, infatti, sembrava che la massa tumorale fosse regredita, invece non era che il preludio ad un irreversibile peggioramento, che ha raggiunto l’apice nel giorno di Natale. Sempre a “Il Mattino” di Padova la madre ha spiegato: «Aveva perso l’uso della voce e delle gambe, non riusciva più a mangiare, a bere, era gonfia per il cortisone: da quel momento è iniziato un periodo di sofferenza estrema, in cui ha perso quasi 20 kg. Stavo tutto il giorno con lei, cercavo di farla sorridere e non mi facevo mai vedere triste o con le lacrime. Le dicevo di non preoccuparsi, che si era presa un brutto virus e che le sarebbe passato tutto!». Purtroppo la piccola Iolanda non c’è più, non ce l’ha fatta. La madre ora dovrà trovare la forza di andare avanti, di guardare al futuro per mandare avanti la famiglia. Un’impresa tutt’altro che facile: «Agli altri miei due figli, la sorellina di 8 anni e il fratello di 16, dico che adesso Iolanda è diventata un angelo e li guarda sempre. Ora devo pensare a loro ma metà del mio cuore rimarrà sempre lassù, dove c’è Iolanda».

leggi anche l’articolo —> Pisa, ladri rompono vetro dell’auto: a bordo però c’è un bimbo di 5 mesi che dorme

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Fate colazione con una tazza di latte e cereali? Ecco i rischi che correte ogni mattino

Diretta Bologna-Juventus: come e dove vedere in streaming la Serie A