in ,

Bambina nasce con proiettile in testa: salvata da un delicato intervento

Gli orrori della guerra in Siria ricadono anche sui neonati: è nata infatti, ad Aleppo, una bambina con un proiettile conficcato in testa. Un complicato intervento chirurgico ha salvato la vita della piccola.

Una donna incinta è stata ricoverata d’urgenza all’Ospedale di Aleppo, il City Medical Council, dopo essere rimasta ferita durante un attacco missilistico. I missili, però, erano riusciti ad arrivare sino alla bambina nonostante fosse ancora nel grembo materno: i medici e chirurghi hanno così fatto nascere la bambina con un parto cesareo ed estratto poi il proiettile. Fortunatamente, oltre alla bambina, l’equipe medica è riuscita a salvare anche la mamma.

Alla neonata è stato dato il nome “Amal” che, in lingua araba, significa speranza. I medici che hanno eseguito l’intervento hanno festeggiato questa grande impresa, ovvero il salvataggio della mamma e della sua bambina, postando su facebook un video con le immagini dell’intervento che, in poche ore, è diventato virale.

(Foto: Facebook)

Cuba Papa Francesco dice Messa a Plaza de la Revoluciòn: mezzo milione di fedeli presenti

Beautiful anticipazioni settimanali

Beautiful anticipazioni settimanali 21-25 Settembre 2015: Ridge vuole la Forrester a tutti i costi