in ,

Bambini iperattivi come aiutarli: consigli per i genitori su come comportarsi

Sono molti i bambini affetti da ADHD, ovvero il Disturbo da Deficit di Attenzione o Iperattività che mettono in difficoltà i propri genitori che, per mancanza di una corretta informazione, non riescono a far fronte a questa patologia. Le cause della mancanza di attenzione e di concentrazione, del controllo dei propri impulsi e l’alto livello di attività dipendono sostanzialmente da un disturbo neurobiologico a carico della corteccia pre-frontale e dei nuclei della base. Solo uno specialista è però in grado di capire se si tratta effettivamente di questa patologia oppure semplicemente di bambini molto agitati e che per attirare l’attenzione dei genitori sono dirompenti.

Nel caso in cui uno specialista ha diagnosticato il Disturbo da Deficit d’Attenzione, sono molti e congiunti i metodi per aiutare il vostro bambino. Per i casi più seri infatti saranno gli stessi medici a prescrivere i farmaci adatti a questa condizione ma non sta solo in essi la soluzione. Secondo recenti studi infatti tra i migliori metodi per affrontare l’iperattività c’è la premiazione del bambino e non la punizione.

Secondo lo studio della Nottingham University infatti per spingere i bambini a rimanere concentrati è bene utilizzare un premio in palio (Se ti lavi i denti facciamo un gioco insieme prima della nanna) e non invece una punizione (Se non lavi i denti non gioco con te). Affinché funzioni il premio al suo sforzo deve essere immediato così che il bambino possa collegare la sua azione al premio ricevuto. Un metodo di educazione che aiuta non solo i genitori con bambini iperattivi ma anche con bambini comuni.

Credit Foto: Suzanne Tucker / Shutterstock

Hazard Chelsea-Manchester City highlights

Calciomercato Inter ultimissime, obiettivo Hazard del Chelsea: bomba di mercato dall’Inghilterra

guatemala spose bambine

Plan International cambia il Guatemala: mai più spose bambine, abbiamo vinto!