in

Banca d’Italia lavora con noi 2015: stage retribuiti per laureati in Giurisprudenza

Sei un giovane laureato in Giurisprudenza alla ricerca di qualche offerta di lavoro? Buone notizie in arrivo se hai conseguito il titolo a Roma presso l’Università La Sapienza: nel 2015 Banca d’Italia permette a 13 giovani talenti di prendere parte a stage retribuiti all’interno della sua struttura.

Quali sono i requisiti per candidarsi? Aver conseguito una laurea in Giurisprudenza a La Sapienza con un punteggio non inferiore a 105/110 nel periodo compreso tra il 15 settembre 2014 e la scadenza della presentazione delle domande (ovvero il 29 maggio 2015) e non aver superato i 27 anni di età, sempre alla scadenza del bando.

Lo stage avrà una durata semestrale e prevede una retribuzione di 1.000 euro lordi mensili; 10 dei selezionati saranno inseriti presso la Segreteria tecnica dell’Arbitro bancario finanziario, 3 lavoreranno presso la Divisione Coordinamento ABF del Servizio Tutela della clientela e antiriciclaggio (le sedi sono entrambe a Roma, rispettivamente in via XX Settembre 97/e e in via Milano 64).

Le candidature ricevute saranno prima vagliate dall’Università e i 16 migliori sottoposti ad un colloquio tenuto da una commissione di Banca d’Italia. Leggi attentamente il bando ufficiale e affrettati ad inoltrare la tua candidatura all’indirizzo mail placement@uniroma1.it entro il 29 maggio 2015.

Sei alla ricerca di altre offerte di lavoro per laureati in Giurisprudenza? Continua a seguire UrbanPost Lavoro.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Amanda Knox karaoke

Amanda Knox canta “Zombie” al karaoke: il video dell’esibizione impazza in rete

aurora ramazzotti instagram

Aurora Ramazzotti Instagram: sorella, amica e compagna di giochi, la foto con Gabrio Tullio