in ,

Bando luoghi di culto a Milano: solo nuove moschee?

Per la giunta di Giuliano Pisapia, alla guida del Comune di Milano, saranno quattro luoghi di culto religiosi. Secondo l’opposizione di centrodestra è come dire moschea. Anzi, quattro nuove moschee. Dibattito aperto a Palazzo Marino. La questione è questa: i primi giorni di agosto saranno svelati i vincitori del bando per l’assegnazione (e relativa riqualificazione) di quattro aree di proprietà comunale che necessitano lavori. Questi verranno dati a comunità religiose. “Il Giornale” di oggi titola che saranno quattro moschee. Lo fa portando come prova le frasi di un altro giornale, “Il Corriere della Sera”, secondo il quale una moschea sarà in via Padova, l’altra il Viale Certosa.

Milano moschea

Premesso tutto ciò, l’opposizione a Pisapia fa certo leva sui numeri: la comunità islamica milanese è vasta e da anni chiede nuovi luoghi di preghiera e ritrovo. Non sarebbe infatti strano se effettivamente la maggioranza dei quattro luoghi previsti dal bando vengano assegnati a realtà d’ispirazione musulmana.

L’assessore alle politiche sociali del Comune di Milano, Pierfrancesco Majorino, però, specifica che: “Non ci sarà nessuna corsia preferenziale a favore di una piuttosto che di un’altra religione. Non sarà certo un bando solo per la religione islamica, anzi ipoteticamente c’è la possibilità che non ci saranno luoghi per il culto islamico a sorgere in quelle aree”. Intanto dal centro destra promettono attenta opposizione e nessuna deroga se non verranno rispettate tutte le regole.

notizie italia economia

Crisi Italia: edilizia in ginocchio, chiuse 70 mila imprese con -58 miliardi di fatturato

mercato juve

Mercato Inter: Fredy Guarin dice “no” Wolfsburg e aspetta la Juventus