in ,

Bangladesh ucciso cooperante italiano: si teme firma dell’Isis

Cesare Tavella, cooperante italiano di 50 anni, è stato ucciso in Bangladesh, nel quartiere diplomatico di Dacca. Secondo le prime ricostruzioni diffuse dalla polizia, citata dal Daily Star, l’uomo sarebbe stato freddato a colpi di pistola da due uomini a bordo di una moto, mentre faceva jogging.

Il nostro connazionale secondo le indiscrezioni sarebbe stato trasportato agli “United Hospitals” già privo di vita, e i medici non hanno potuto far altro che constatarne la morte. La Farnesina ha confermato il decesso e si sta occupando del caso in stretta collaborazione con la polizia bengalese.

Tavella lavorava come project manager per la “Icco Cooperation” ed era impegnato nel settore dell’agricoltura locale e dell’alimentazione per una ong, Icco Cooperation, che ha uffici in Bangladesh. A compiere l’omicidio forse la mano dell’Isis, secondo quanto riportato da TgCom 24, che parla di una presunta rivendicazione dello Stato islamico apparsa in rete. L’indiscrezione è stata confermata dal Site, sito Usa che si occupa di questioni inerenti il Medio Oriente.

milano moda 2015, giorgio armani collezione primavera estate 2016

Milano Moda 2015, Giorgio Armani chiude la settimana con la sua collezione primavera/estate 2016

riforma pensioni novità Cesare Damiano

Riforma pensioni 2015 ultime novità: esodati e settima salvaguardia, Cesare Damiano vicino alla prima conquista?