in ,

Banksy, dietro la sua firma il leader dei Massive Attack: s’infittisce il mistero dell’identità dell’artista di Street Art

Sta circolando in questi giorni la teoria per cui sotto la firma di Banksy, celeberrimo rappresentate della Street Art, si nasconda uno dei membri dei Massive Attack: ad elaborare questa ipotesi è stato Craig Williams, studente 31enne che – nonostante l’eco mediatica avuta – non è per nulla sicuro di ciò che va teorizzando.

Chi si nasconde dietro Banksy? L’ultima teoria vorrebbe fosse Del Naja, membro della band dei Massive Attack e soprannominato 3D: a ipotizzare ciò è stato Craig Williams, uno studente inglese di giornalismo che sul suo blog ha parlato ben due volte di alcune interessanti coincidenze che lo avrebbero portato a questa sua teoria. Prima di raccontarvi di alcune coincidenze curiose, però, c’è da ricordare che è lo stesso Craig Williams a mettere la mani avanti dicendosi non del tutto sicuro della sua ipotesi: sempre secondo il 31enne aspirante giornalista, infatti, sotto la firma di Banksy potrebbe invece nascondersi un collettivo d’artisti.

L’elemento da cui parte la teoria Banksy/Massive Attack è la nascita del gruppo e dell’autore che, in entrambi i casi, è avvenuta a Bristol: 3D dei Massive Attack, poi, è conosciuto anche per aver creato alcune opere di Street Art per Bristol e lo stesso Banksy ha affermato di essere ispirato da quelle opere. La cosa più curiosa, però, è la coincidenza tra l’apparire delle opere di Banksy e le date e i luoghi dei concerti dei Massive Attack. La coincidenza più interessante risale al 2010 quando i Massive Attack suonarono a San Francisco, Toronto e Boston: nel medesimo periodo e nelle stesse città apparirono alcune tra le opere più celebri di Banksy. Nelle teorie del ragazzo esistono però anche numerose discrepanze anche se, come continua ad affermare Williams, questa è solo un’ipotesi: niente di certo, insomma, su quello che per ora è uno dei più grandi misteri dell’arte contemporanea.

processo giosue ruotolo testimoni

Omicidio Pordenone processo Giosuè: ecco chi saranno i testimoni chiave

VIBO VALENTIA AUTOBOMBA

Roma allarme bomba: zaino sospetto, evacuata stazione metro Ottaviano