in

Barbara D’Urso ex marito: niente più assegno divorzio a Michele Canfora

Barbara d’Urso ex marito: la conduttrice di Canale 5 non dovrà più corrispondere l’assegno di mantenimento a Michele Carfora, come stabilito in primo grado dal Tribunale di Roma. A decretarlo la sentenza emessa dalla Corte d’Appello di Roma il 2 maggio scorso, che ha cancellato l’obbligo per la conduttrice tv. I due coniugi si erano separati consensualmente nel 2006, dopo tre anni di matrimonio.

La D’Urso era stata denunciata penalmente dall’ex coniuge per il mancato pagamento di un assegno che non era dovuto e che non avrebbe mai dovuto essergli corrisposto. La Corte ha motivato la sentenza col fatto che Michele Carfora, avendo formato una nuova famiglia dalla quale è anche nata una figlia, “ha dunque fatto venir meno l’obbligo di solidarietà post-coniugale”. I giudici hanno inoltre sottolineato che durante il matrimonio i due, lavorando entrambi nel mondo dello spettacolo, erano indipendenti economicamente l’uno dall’altra.

Divorzio, Cassazione ridefinisce parametri assegno mantenimento: “Il tenore di vita non conterà più”

La notizia arriva a poche ore dalla clamorosa e storica sentenza della corte di cassazione che oggi 10 maggio ha stabilito i nuovi parametri attraverso i quali d’ora in poi dovrà essere stabilito l’assegno divorzile: non più dunque il tenore di vita durante il matrimonio, ma la valutazione dell’indipendenza o dell’autosufficienza economica dellex coniuge che lo richiede.

Written by Andrea Paolo

46 anni, nato in provincia di Reggio Calabria, emigrato negli anni '80 al nord, è laureato in scienze politiche. Ha lavorato come ricercatore all'estero e studia da anni la criminalità organizzata. Per UrbanPost si occupa di news di cronaca e di gossip sui personaggi del mondo dello spettacolo.

pensioni 2017 contributi volontari

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, rinviato l’incontro tra Governo e sindacati, cosa succederà?

breaking bad

Los Pollos Hermanos Breaking Bad in Italia a Milano e Roma: date, cos’è e numero per chiamare Gus Fring