in ,

Barbara Foria intervista esclusiva: “Scianel porta bene ai napoletani” (VIDEO)

Il video con la sua parodia di Scianel, il personaggio di Gomorra 2, sta spopolando sul web. L’attrice Cristina Donadio ha accolto il filmato divertendosi come tutti i suoi fan. Di chi stiamo parlando? Della bravissima e divertentissima Barbara Foria, attrice, autrice e presentatrice che il grande pubblico televisivo conosce anche grazie a Colorado.  UrbanPost l’ha intervistata in esclusiva e sono emerse molte cose interessanti su Napoli, sui napoletani, su Gomorra, ma anche sui progetti futuri della stessa Foria che sta avendo numerosissime proposte, ma che non vede l’ora di portare Scianel in tv proprio a Colorado.

Come e quanto ti è venuta l’idea di fare una parodia di Scianel di Gomorra e costruire il video che sa spopolando sui social?

In realtà l’anno scorso su suggerimento di un mio amico napoletano mi era già venuta l’idea di fare una parodia di un personaggio femminile di Gomorra. Ho visto sia la prima che la seconda serie e , da donna, mi hanno particolarmente colpito le boss: l’anno scorso Donna Imma e quest’anno sia Patrizia che Scianel. Scianel però mi ha maggiormente ispirato. La crudele donna di Camorra, l’imprenditrice della droga, suocera spietata e mamma protettiva, ma anche “femmina” che vuole piacere e piacersi. L’ho studiata, ne ho studiato le espressioni e i toni. Molti miei colleghi hanno imitato gli uomini della serie: i The Jackal, ad esempio, Gigi e Ross a Made in Sud, Barty Colucci ad Rds, lo stesso Fiorello in Edicola Fiore ironizza sui protagonisti di Gomorra … ma tutti uomini che imitano sempre altri uomini. Nessuno fin a oggi ha mai fatto un’imitazione o una parodia di una donna della serie, malgrado Scianel sia stata il personaggio più discusso e amato di questa stagione. Io non nasco imitatrice, considero Virginia Raffaele una brava imitatrice, Lucia Ocone, Valeria Graci; loro sì che sono delle brave imitatrici, io da attrice comica ho fatto una parodia della “mia Scianel” ironizzando anche sui programmi di cucina che abbondano nella nostra tv. Di certo mi sento che un po’ privilegiata e avvantaggiata in quanto napoletana. Secondo me andava fatta da una napoletana perché è vero, ho studiato bene il personaggio Scianel, ma c’è da dire che una napoletana conosce bene la realtà che la serie Gomorra tratta e narra, conosce il modo di parlare e gesticolare di una tipologia di napoletani descritti dalla serie. Io ho provato a trovare la chiave comica di un personaggio anomalo e crudele e soprattutto ho cercato di sdrammatizzare il ruolo del boss Scianel. Mi divertiva l’dea di smitizzare i personaggi della serie, trovare un lato umano di Scianel e allora l ho immaginata in cucina intenta a preparare “manicaretti”… sempre con la crudeltà che la contraddistingue. 

Proprio per questo ti volevo chiedere cosa pensassi delle critiche che Gomorra ha ricevuto e del fatto che molti napoletani non abbiano apprezzato l’immagine che Gomorra da della città e dei suoi abitanti chiedendo di rappresentare Napoli anche per le cose belle che ci sono, visto che sono tantissime.

Io faccio parte di quella Napoli che non ama i cliché. Apprezzo la serie, apprezzo gli attori, ma Gomorra ha diviso Napoli. C’è una fetta di napoletani che ama molto la serie, ma tanti altri non vogliono essere rappresentati esclusivamente da Camorra, pizza e mandolino! La Camorra per noi Napoletani è una cosa drammatica, psicologicamente devastante  per cui siamo stanchi di associare l’idea di Napoli e dei napoletani solo a questo. Napoli è cultura, è musica, è arte, è calore … !
La cosa bella che ha fatto Gomorra? Ha dato la possibilità ad attori di teatro di essere conosciuti al grande pubblico. Di questo ne sono sicuramente molto felice. Cristina Donadio è una di questi. Attrice con esperienza teatrale ventennale, con un bagaglio artistico da far invidia, alla quale è stata data la grande possibilità di essere conosciuta in tutto il mondo con una serie tv.
Gomorra è una serie bellissima, fatta benissimo. Un Prodotto perfetto e siamo onorati di esportare la bravura attoriale di bravi artisti napoletani .. ma nel frattempo la terra in Campania continua a bruciare!!! Se anche la terra dei fuochi fosse solo una serie tv, e magari con un lieto fine, tutti noi napoletani ne saremmo ‘assaj chiù felici’!

Cosa hai pensato quando hai visto che Cristina Donadio ha visto il tuo video e ha apprezzato la tua parodia?

Che le donne intelligenti e ironiche hanno sempre una marcia in più. Cristina non  solo la stimo come attrice, ma anche come donna. Si è divertita e ha apprezzato il video, vuol dire che ha capito che non c’era nulla di offensivo e che il suo personaggio è davvero entrato nei cuori del pubblico.
Io sono una monologhista ed è la prima volta che mi cimento in una parodia, non l’ho mai fatta in vita mia. Facevo le imitazioni dei professori, del preside, di mia madre o dei miei amici, ma con un personaggio televisivo non ho mai fatto nulla, non ci ho mai pensato, però questo mi è venuto talmente facile…. . Sarà perché sono bionda … (ride).

Quando è nata la tua passione per la comicità?

A casa mia dicono che mi hanno fatto per allegria! Se davvero Dio ha dato una missione ad ognuno di noi … a me ha dato quella di portare allegria!
Ho sempre avuto un grande amore per il teatro e sono salita su un palco fin da piccola. Ho lavorato molti anni come animatrice nei villaggi turistici dove ho imparato l’arte dell’improvvisazione e poi è iniziata la mia avventura televisiva come “One woman Show”. Colorado mi ha dato la grande popolarità. 
Quest’anno per la nuova edizione autunnale spero di portare in video la mia Scianel. Il nuovo capo – progetto, Andrea Boin, insieme a Rocco Tanica e tutta la produzione di Colorado, hanno apprezzato la mia parodia. Scianel affiancherà i miei monologhi “Coloradi” dedicati alle donne … strizzando sempre l’occhio ai maschietti!!!! Ritorno come La Lady in Rosso paladina delle donne, ma quest’anno la mia novità, e anche la mia sfida, sarà far amare dal pubblico di Italia 1 la mia Scianel in cucina. 
Non mi aspettavo questo successo sul web. Ho ricevuto i complimenti da tanti amici e tanti colleghi, ma anche di tanti sconosciuti e questo mi ha riempito di gioia… non nascondo di aver avuto diverse proposte lavorative, ma la mia priorità per ora rimane Colorado, poi in futuro magari riusciremo a fare una serie web. In fondo tutto nasce da lì. Ho scritto la rubrica “Cotto e Ammazzato” con l’autore Marco Terenzi che ha subito con entusiasmo sposato la mia idea di parodia, poi ho chiamato a raccolta un gruppo di super amici e super professionisti per realizzare il video da postare sul web. Partendo dalla mia truccatrice e look maker Pattystraface che è riuscita a cogliere tutte le sfumature del personaggio, passando dal regista Lorenzo Scurati e il direttore della fotografia Pierfancesco Cipriniti che hanno realizzato un’immagine stupenda di Barbara – Scianel, fino ad arrivare al lavoro raffinato dei montatori: Marco Rovetto e Guia Arcucci. Un gruppo di lavoro con cui già in passato ho avuto l’onore di collaborare e come direbbe Checcho Zanole “siamo una squadra fortissimaaaa” … pronti ad un risultato fortissimo. 
Ringrazio tutti per aver creduto in questo piccolo progetto.

Altri progetti oltre a Colorado a Settembre?

Quest’anno sarò la protagonista della stagione teatrale della Sala Umberto a Roma. A Maggio sarò in scena  con il mio show: “Volevo una cena romantica e l’ho pagata io” con la regia di Claudio Insegno, uno spettacolo che è stato scritto con Marzio Rossi, Daniel Ceva e Giulia Ricciardi. Da settembre ci sono tantissime proposte. Sto vagliando diverse possibilità lavorative anche per cimentarmi in altri ruoli. Ci saranno novità importanti. Speriamo che Scianel mi porti bene, ma da buona napoletana scaramantica lo canto “… Mazz e Scianel fann e figli bell…” 

Orlando Bloom e Katy Perry in Sardegna: l’attore al mare senza veli

Abdul Jeelani, la “mano di maometto” non c’è più