in , ,

Barbie: come giocare, evolvere ed essere donna

Barbara Millicent Robert è ancora una delle poche a resistere inossidabile con il passare degli anni. Classe ’59, famosa in tutti i paesi del mondo, celebrata, amata come un mito, continua a far parlare di sé. La mitica Barbie, sognata da tutte le bambine, mitizzata per i suoi mille vestiti, mille lavori, mille accessori&ville-case-piscine-cavalli-armadi… ha seguito la moda, coinvolgendo stilisti, pittori, parrucchieri.

Nata sotto il segno dei Pesci, è una di noi, noi donne. Da mia madre, a me, alle bambine d’oggi, in tutte le case c’è stata almeno una di queste presenze Mattel. Proprio in questo mese hanno cambiato aspetto. Alla “classica” modella slanciata e filiforme, si affiancano bambole di misure petit, tall e curvy. Per assomigliare sempre di più alle vere donne che, quindi, potranno riconoscersi nel modello più vicino al proprio fisico, stile e colore.

Barbie sa fare, può fare tutto. Circondata di colore rosa da sempre, e da abiti sontuosi e principeschi, oltre che da gioielli vistosi, è anche molto più sobria e determinata. Vestita da grandi stilisti, esalta più di una modella le loro creazioni. Dottoressa, veterinaria, pilota, lei può. Ma anche semplice casalinga ai fornelli, baby-sitter, ginnasta… Non solo bella. È per tutti i gusti. Accontenta tutte. Ed ogni bambina può sognare giocando con lei.

Photo Credit: Tinxi / Shutterstock

Milan News

Mercato allenatori: il valzer delle panchine, ovvero tutti i rumors delle panchine

giallo di marcheno news

Caso Bozzoli news: al via verifiche su supporti informatici sequestrati in azienda