in

Barcellona: cosa vedere, mangiare e comprare in due giorni

La Spagna è uno dei paesi europei più gettonati dai turisti e dai viaggiatori di ogni nazionalità. Barcellona, con i suoi colori e i profumi mediterranei, è la città della Cataluña che più di tutte mette d’accordo diversi tipi di viaggiatori, regalando ogni volta un’emozione diversa. Che sia una vacanza di una settimana o di soli due giorni, Barcellona è sempre una buona idea. Se optate per due giorni a Barcellona, non perdete tempo e godetevela.

Tra le vie di Barcellona si percepisce lo spirito creativo di Gaudì, ragione per le quale è impensabile andare a Barcellona e non visitare le attrazione principali della città che portano il suo nome. Tuttavia, le meraviglie architettoniche e artistiche più famose di Barcellona, quali la Sagrada Familia, la Casa Batllò, la Casa Milà e il Parco Güell, sono anche le più gettonate. Per un soggiorno di soli due giorni a Barcellona, quindi, è meglio prenotare in anticipo le visite, così da risparmiare tempo, evitare gran parte delle code e fare in modo di poter dedicare un’intera giornata a Gaudì. Il secondo giorno, lasciatevi ammaliare dalle fantasie architettoniche tanto mozzafiato quanto differenti che si rincorrono lungo le facciate degli edifici di Barcellona. Visitate Las Ramblas e il Barrio Gotico, per poi concedervi il tramonto nel Quartiere della Barceloneta e passeggiando lungo la spiaggia.

Se volete portare a casa un ricordo da Barcellona, le statuine che ritraggono le ballerine di flamenco, le nacchere, i tipici dipinti a mano e i quadretti rappresentano la tradizione spagnola. Se siete dei buongustai, invece, il chorizo è un’ottima scelta. Per quanto riguarda il cibo, 100 Montaditos è una catena che propone piccoli panini con qualunque condimento e il mercoledì costano solo un euro. Molte buone “Las tapas” della Bitacora, così come la tipica Paella de La Fonda.

Image credit: Mariamichelle/Pixabay

bufale storia 5 migliori

Bufale storiche a cui tutti crediamo: le 5 migliori di sempre

Offerte voli Ryanair

Bagaglio a mano: da Ryanair a EasyJet, ecco cosa si può mettere