in

Barcellona: la dolce dedica di Iniesta al figlio mai nato (Video)

Durante la partita Barcellona-Osasuna è avvenuto un fatto toccante: il grande centrocampista spagnolo Andrés Iniesta dopo aver fatto il terzo gol ha alzato gli occhi al cielo e rivolto un bacio per ricordare il figlioletto morto prematuramente, alla vigilia della partita contro il Valladolid.  Una smorfia ha segnato il viso del calciatore e il suo silenzio ha raccontato tutto. A questo punto ha scosso il capo, dopo che tutti i compagni di gioco lo avevano abbracciato e consolato, e ha puntato l’indice verso il cielo. Quella rete segnata così caparbiamente e quell’esplosione “calibrata” erano per il figlio mai nato e per la moglie Anna Ortiz. Benché distrutto nell’animo ha voluto dar prova di affrontare questa grave perdita con coraggio e determinazione. Andrés Iniesta2

Il pubblico, al suo rientro in campo, lo ha applaudito a lungo e il pensiero è andato a quel piccolino che non ha potuto abbracciare. Al Camp Nou la palla continuava a rotolare solo nella rete dell’Osasuna tranne nei primi dieci minuti di gioco quando Oriol Riera segna per gli ospiti ma l’arbitro non convalida per fuorigioco. Il primo gol per il Barça lo segna Messi, poi Jordi Alba, in seguito Iniesta. Nella ripresa ci sono due gol di Messi, un gol di Tello e l’ultimo di Pedro. E così l’incontro finisce 7-0.

 

 

 

Giorgio Napolitano vittoriano

Unità d’Italia, oggi 153esimo anniversario

Ravenna idea viaggio

Ravenna, quando il viaggio è nel mondo del mosaico