in ,

Bari, donna pulizie getta opere d’arte tra i rifiuti: pensava fossero spazzatura

Quando stamani all’alba – intorno alle 5:00 – i netturbini dell’Amiu (azienda rifiuti) raccoglievano i rifiuti nei vicoli di Bari vecchia, mai avrebbero potuto immaginare di trovarsi tra le mani delle opere d’arte del valore di migliaia di euro. Ma invece è andata così. Perdute per sempre, alcune opere d’arte fatte con materiali essenziali e quotidiani (cartone e carta di giornale) sono finite dritte nella discarica e smaltite alla stregua di rifiuti, per eccesso di zelo di una donna delle pulizie che, assunta dal comune di Bari, non riconoscendone le fattezze e il valore, le ha consegnate agli operatori ecologici. Si trattava di due opere appartenenti alla rassegna di arte contemporanea ‘Display Mediating Landscape’ in programma da oggi nella sala Murat di piazza del Ferrarese a Bari, e organizzata dall’associazione Flip di Napoli.netturbini

Antonio Maria Vasile, assessore al marketing del Comune, si è detto molto dispiaciuto per l’accaduto: “È evidente che l’addetta alle pulizie della sala non si è resa conto di aver buttato via due opere. Ma questo è tutto merito degli artisti che hanno saputo interpretare al meglio il senso stesso dell’arte contemporanea, cioè quello di interagire con l’ambiente circostante. Ad ogni modo l’assicurazione coprirà i danni procurati”.

E anche il titolare dell’impresa di pulizie “Chiarissima” Lorenzo Roca, mostrandosi disponibile a risarcire il danno, ha commentato così la disattenzione della sua dipendente: “È un episodio mai successo prima d’ora, eppure ci sono state mostre davvero importanti lì. La signora delle pulizie ha visto dei contenitori vuoti accatastati, ha visto passare gli operatori ecologici e li ha consegnati.

Seguici sul nostro canale Telegram

star senza trucco

Melissa Satta, tanta paura per il ricovero in ospedale

LIone

Mercato, Inter: Thohir pensa a Gomis del Lione