in

Bari ospita la mostra “Franco Dellerba. Percorsi”: aperta fino al 30 settembre

C’è tempo fino a domenica 30 settembre per visitare la mostra “Franco Dellerba. Percorsi”, inaugurata a Bari, alla Pinacoteca Metropolitana “Corrado Giaquinto”il 19 maggio scorso. L’esposizione offre un illuminante spaccato dell’opera di Franco Dellerba, uno dei più significativi artisti contemporanei pugliesi, la cui fama è ormai internazionale.

L’originalità della mostra consiste nel confronto diretto tra una selezione delle opere di Dellerba, legate da tematiche o percorsi artistici comuni, e le collezioni medievali e rinascimentali della Pinacoteca barese. Una formula che il museo ha sperimentato con grande successo negli ultimi anni, accogliendo mostre site specific dedicate a Mimmo Paladino, Carlo Guarienti, Sandro Chia, ma che si rinnova nel caso di Franco Dellerba assumendo un significato particolare e arricchendosi del forte legame antropologico che unisce l’artista alla sua terra d’origine. Fulcro dell’esposizione è una grande installazione realizzata con centinaia di cartamodelli di tomaie di scarpe, recuperati dall’artista nel laboratorio di un noto calzolaio barese del primo Novecento, e tra lui trasformati in un’originalissima, sorprendente opera personale. Il titolo della mostra, Percorsi, rimanda all’idea del viaggio, del itinerario reale e spirituale dell’artista, che attinge spesso agli elementi che sin da bambino più l’hanno affascinato, come le giostre e le luminarie delle feste patronali, gli spiritelli, il caldo sole di Puglia. Ma tutti questi soggetti vengono reinterpretati in modo da renderli astratti e traslati, oggetti privi di ogni funzionalità e destinati a creare un mondo giocoso e divertente.  La mostra eccentrica è accompagnata da un ricco catalogo, curato da Clara Gelao, con un’intervista a Dellerba e i contributi di Achille Bonito Oliva, Lorenzo Madaro, la stessa Gelao e testimonianze di galleristi come Franco Toselli e Valentina Bonomo, dell’ambasciatore italiano a Manila Giorgio Guglielmino, di amici ed estimatori dell’artista. Interamente a colori, il catalogo contiene le foto di tutte le opere in mostra e dell’allestimento di alcune di esse in Pinacoteca, nonché una vasta documentazione fotografica dello straordinario studio dell’artista.

Come raggiungere la mostra: tutte le info

La Pinacoteca Metropolitana “Corrado Giaquinto” si trova in Via Spalato, 19 Lungomare Nazario Sauro, 27 (IV piano). Tutte le info le trovate sul sito ufficiale www.pinacotecabari.it . Alla Pinacoteca metropolitana di Bari si può arrivare in treno (dalla stazione 10/15 minuti a piedi), in aereo (30 minuti per giungere in centro città col taxi o col terminal), pullmann provenienti da varie destinazioni. Giorni e orari di apertura: dal martedì al sabato 09,00 – 19.00 (ultimo ingresso consentito ore 18:30); domenica 09.00 – 13.00 (ultimo ingresso consentito ore 12:30); lunedì e festività infrasettimanali è chiuso al pubblico. Prezzi: Biglietto intero € 3,00; Biglietto ridotto € 0,50 – studenti universitari* e di istituti AFAM* (Accademie di Belle Arti e Conservatori Musicali). Gratuito: minori di 18 anni e maggiori di 65 anni, disabili e loro accompagnatori. Ingresso libero per tutti: la prima domenica di ogni mese (D. M. MIBACT 27-6-2014 n. 94). La biglietteria chiude 30 minuti prima dell’orario di chiusura. La visita alle mostre in corso è inclusa nel biglietto d’ingresso.

Gardaland offerte di lavoro 2019: le posizioni aperte per lavorare nel più grande parco giochi di Italia

Rapida E Aston Martin

Aston Martin Rapide E: ecco la prima vettura totalmente elettrica della casa inglese