in ,

Bari: ragazza picchiata a morte dal compagno “perché non ha lavato i piatti”

Bari: una 30enne polacca è morta a causa di un grave trauma cranico riportato in una caduta durante l’ennesima lite con il compagno  violento. L’uomo, un 44enne rumeno, Marian Sima, secondo la ricostruzione dei carabinieri l’avrebbe schiaffeggiata violentemente fino a farla cadere, lasciandola a terra priva di sensi.

L’assassino è in arresto con l’accusa di omicidio volontario. “Si merita questo perché non aveva lavato i piatti così come le avevo detto”, avrebbe detto ridendo dopo l’aggressione alla madre della povera vittima, che disperata gli chiedeva cosa fosse accaduto. La lite è avvenuta lo scorso 6 luglio (ma se ne è avuta notizia solo ora) in un casolare abbandonato nel quartiere Japigia, alla periferia di Bari, dove la ragazza viveva con il compagno e alcuni connazionali rumeni.

—> Tutte le news con UrbanPost, tieniti aggiornato 

Sempre secondo quanto dichiarato agli inquirenti dalla madre della 30enne, la vittima da due anni subiva questo genere di violenze dal compagno. “Bastava un ritardo nell’esecuzione delle faccende domestiche per farlo andare su tutte le furie. Mia figlia, però, non ha mai inteso sporgere alcuna denuncia nei confronti del suo compagno, che frequenta da quando è uscito dalla galera, perché lui anche in mia presenza la minacciava col coltello di morte, se lo avesse denunciato”.

Calciomercato Inter Nainggolan

Calciomercato Inter ultimissime, assalto a Nainggolan: ecco l’offerta alla Roma

belen iannone costanzo news

Belen e Iannone in crisi? Il motociclista rivela: “È l’estate più brutta della mia vita”