in

Basket, Nba playoff 2016: Lillard stende i Warriors, che notte di Lowry

Attenzione, attenzione. Se da una parte i Cavaliers Cleveland volano senza mezze misure, dall’altra i Golden State Warriors iniziano a tremare: o almeno, la sconfitta subita nella notte da parte di Portland può essere un campanello di allarme per i campioni in carica; Damian Lillard è ritornato, per una sera, a essere quello ammirato durante la regular season e si è sbizzarrito con 40 punti messi a referto conditi da 10 assist e 5 rimbalzi. Numeri importanti anche dal perimetro con 8/13 da tre messi a segno così da trascinare Portland al successo contro Golden State Warriors: risultato finale di 120-108 e serie, adesso, sul parziale di 2-1 in favore del team californiano. Ai Warriors non sono bastate le ottime prove di Green, autore di 37 punti, e del solito Klay Thompson, protagonista con 35.

METTI MI PIACE A URBANPOST!

Sorpasso canadese, invece, per quanto riguarda la sfida tra Toronto e Miami Heat: i Raptors, grazie a un’ottima prova di Kyle Lowry, hanno ottenuto il successo che vale il parziale di 2-1 nel corso della serie. Proprio Lowry, infatti, dopo aver messo a segno soltanto quattro punti ella prima parte di match, si è sbizzarrito nel secondo tempo refertando ben 29 punti per un totale di 33 punti sui 95 totali messi a segno dai Raptors. Non è bastata, infondo, l’ottima prova di Wade per i Miami Heat con 38 punti realizzati sui 91 totali messi a segno dal quintetto di Miami.

Inoltre, per gli Heat, doccia fredda a causa dell’infortunio occorso a Whiteside che, nel corso del secondo quarto, ha dovuto alzare bandiera bianca per un problema al ginocchio destro mentre nella terza frazione Valanciunas, in forza ai Toronto Raptors, ha dovuto abbandonare il terreo di gioco per un problema alla caviglia.

Salerno bombola di gas esplosione

Roma, esplosione in un palazzo: 5 persone estratte vive, si temono dispersi

Terremoto amatrice 14 ottobre

Terremoto in Messico oggi: forte scossa magnitudo 5.9 a Oaxaca