in

Basket, Siena a rischio 4 scudetti: “Scritture contabili falsificate”

Sei dirigenti della Mens Sana Basket Siena hanno violato l’articolo 59 (comma 1 bis e comma 3) dell’Articolo 59 del Regolamento di Giustizia. E’ questa la pesante accusa nei confronti di Ferdinando Minucci e di altre 5 persone che ha spinto il procuratore federale Marco Lucente a chiedere la fissazione dell’udienza per il procedimento disciplinare. I sei dirigenti di Siena sono accusati di “aver falsificato le scritture contabili, annotando fatture per operazioni inesistenti per 38.990.202 euro.”

Questo denaro, derivato dal reato di “frode sportiva” (art.59 comma 1 bis), sarebbe stato utilizzato in gran parte per pagare gli stipendi in nero dei tesserati. Dunque oltre alla precedente accusa della Procura Sportiva di aver falsificato i bilanci (33 capi d’imputazione per 14 indagati) si aggiunge la frode sportiva. In poche parole il deferimento, che riguarda gli anni dal 2007 al 2013, contesta a Siena il fatto di aver costruito una squadra al di sopra delle proprie possibilità economiche. Anche se quest’ultima ipotesi è di difficile dimostrazione, resta il fatto che Siena ha vinto campionati a cui non avrebbe dovuto potuto partecipare.

parigi moto esplode davanti sede diplomatica giordana

Francia ultim’ora: uomo armato barricato in hotel ad Avignone

Giulia Di Sabatino

Chi l’ha visto? anticipazioni 20 Luglio 2016: ecco i temi del secondo Speciale