in ,

Basta soffiare e lo smartphone ci diagnostica lo stato di salute

Un dispositivo realizzato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Messina, che si collega allo smartphone e funziona mediante una app. Basta soffiarci dentro e il telefonino verifica lo stato di salute dell’utente.

Il sistema (che dovrebbe entrare in funzione tra quattro anni) è stato realizzato grazie all’impegno dei ricercatori sotto la guida dei professori Giovanni Neri e Nicola Donato, e con il cospicuo supporto dell’Istituto di tecnologie avanzate della Samsung che ha finanziato con una somma di 900 mila dollari il progetto soprannominato Safety e recentemente presentato al Global Research Outreach (GRO) tenuto nell’ateneo stesso.

nanosensori

Si tratta di sensori piccolissimi che dovremo rendere quasi invisibili – ha detto Neri – in maniera tale da poter essere inseriti negli smartphone“. Nanotecnologia, quindi, per analizzare alcuni markers presenti nell’aria che espiriamo e diagnosticare numerose patologie che vanno dal diabete, alle infezioni polmonari e le disfunzioni epatiche. Il tutto con l’ausilio di uno smartphone, a cui il dispositivo potrà essere collegato e gestito mediante un apposito software.

Il nostro progetto – ha ribadito Donato – coinvolge non solo dottorandi di ricerca ma anche studenti della triennale e della magistrale, e prevede lo sviluppo sia hardware sia software interamente nel nostro Ateneo“. Anche la professoressa Daniela Baglieri ha rivendicato la paternità tutta siciliana di questo traguardo “Si tratta di una storia di successo di un gruppo di ricerca dell’Università di Messina che ci rende orgogliosi e ciò dimostra che quando c’è un’ eccellenza non ci sono limitazioni geografiche. Questa è la via che ci permetterà nei prossimi anni di affrontare la sfida della valutazione della ricerca“.

In effetti, il GRO fa parte di una competizione indetta a livello mondiale, in cui l’Università messinese è l’unica ad essere stata selezionata in Italia in questo 2013.

Seguici sul nostro canale Telegram

Inghilterra: il video degli impossibili palleggi dei giovani del City

Dire le bugie

Mentire nel pomeriggio, quando la bugia diventa facile