in

Batterie Samsung Galaxy Note 7: allarme utili per l’azienda, i problemi legati al litio

Lo scandalo delle batterie al litio che ha travolto Samsung Galaxy Note 7 è all’ultimo capitolo di una storia iniziata male e finita peggio. L’azienda sudcoreana corre ai ripari sui sostituti, ma troppo tardi. Da Seul sarebbero pronti dei kit per la sostituzione, oltre al alcuni libretti informativi. Intanto scoppia l’allarme previsioni. Stando a quanto rilasciato dall’azienda, a causa della contrazione delle vendite del Samsung Galaxy Note 7, si prevede infatti un taglio del 33% delle vendite. Ma al di là delle percentuali sono i dati assoluti a spaventare: risultato operativo atteso a 5.200 miliardi di won, contro i 7.800 miliardi dei dati precedenti. L’annuncio ha sconvolto gli operatori di borsa ed il titolo è entrato in una spirale di vendite. Ieri Samsung ha lasciato sul terreno solo 1,60%, mentre martedì la percentuale era del -8%.

CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA FACEBOOK DI URBAN TECH E RIMANI SEMPRE AGGIORNATO

Manovre e contromanovre di uno scandalo. In Italia il Galaxy Note 7 non è ancora in vendita, ma circa 2000 persone lo aveva già prenotato. Samsung in questo caso ha deciso di offrire un rimborso completo e immediato dell’importo versato. “A tutela della sicurezza dei consumatori, l’azienda ha deciso di interrompere la vendita e la produzione del Galaxy Note 7 e il programma di sostituzione di questi dispositivi, invitando i consumatori a spegnere i Galaxy Note 7 in proprio possesso e riconsegnarlo al punto vendita presso il quale è stato acquistato“, così la comunicazione ufficiale dell’azienda sudcoreana sul sito. Per qualsiasi domanda Samsung ha anche messo a disposizione un numero verde per la clientela italiana, 800025520.

Negli Stati Uniti, dove il prodotto è già in circolazione, sono spuntati anche dei libretti informativi, delle buste apposite e dei guanti per poter riconsegnare lo smartphone in assoluta sicurezza. Ma la questione è tutt’altro che vicina ad una conclusione, nel mirino delle indagini ci sono le batterie al litio, potenzialmente pericolose. Si indaga quindi sulle possibili cause del malfunzionamento. Un esperto dell’agenzia di sicurezza per la tecnologia sudcoreana ha affermato che il problema riscontrato nei dispositivi sostituiti potrebbe non essere lo stesso di quello degli originali. Già nel 2013 Boing, nota azienda produttrice di aerei, è stata costretta a lasciare a terra un’intera flotta a causa della pericolosità delle batterie. Studi recenti hanno sottolineato come i sistemi di sicurezza sulle batterie al litio non abbiano prodotto significativi passi in avanti. A fronte di una produzione cresciuta esponenzialmente si mantengono gli stessi rischi. Il problema etico si evince facilmente, nel trade off tra sicurezza e business, vincono i profitti.

Seguici sul nostro canale Telegram

dario fo

Dario Fo, è morto il Nobel per la Letteratura dalle mille sfumature artistiche

Juventus Udinese probabili formazioni

Juventus – Udinese probabili formazioni e ultime news, 8a giornata Serie A