in

Bce, Mario Draghi aggredito: attivista Blockupy salta sul tavolo e lo contesta

Una ragazza 25enne facente parte del movimento Blockupy (rete europea di movimenti sociali che riunisce disoccupati, migranti, lavoratori precari e dell’industria, politici, sindacalisti e attivisti) ha contestato in maniera insolita e plateale Mario Draghi, durante una conferenza stampa che stava avendo luogo a Francoforte e alla quale il presidente Bce stava partecipando. “Stop alla dittatura delle Bce!”, questa la frase urlata dalla manifestante che si è lanciata sul palco per contestarlo.

L’imbarazzante episodio si è verificato proprio nel momento in cui Draghi aveva preso parola: prima di iniziare a gridare, la ragazza ha lanciato in aria dei coriandoli ed ha interrotto la conferenza. L’attivista, subito fermata dagli uomini della sicurezza, indossava una maglia con su scritto uno slogan di aperta contestazione nei confronti della “dittatura” della Banca Centrale Europea cui fa capo Draghi. Il Presidente, dopo l’inaspettato fuoriprogramma, ha ripreso il suo discorso palesando tranquillità: “Continuiamo da dove ho interrotto”, ha detto.

Banca Etruria, sfiducia Boschi: ma che diavolo avrebbe dovuto fare l’opposizione?

Selvaggia Lucarelli su Maria Elena Boschi: “La Arcuri al confronto è Anna Wintour”

agevolazioni mamme per il 2015

Dal Bonus Bebè 2015 al congedo parentale, ecco tutte le agevolazioni per le future e neomamme