in ,

Beautiful: ecco come alcuni attori sono approdati nel cast

Qual è la soap più famosa al mondo? Beautiful! Entrare a far parte di questo programma, per molti attori, è un sogno che diventa realtà soprattutto se da piccoli seguivano le puntate riguardanti le vicende di Brooke, Ridge ed Eric e da grandi hanno potuto approdare nel cast della soap opera. Al settimanale Di Più Tv, alcune delle attrici di punta di questo periodo, come Karla Mosley, che interpreta Maya, e Jacqueline MacInnes Wood che interpreta Steffy, hanno raccontato come è avvenuto il loro provino e come si sono mosse, all’inizio, sul set.

L’attrice che interpreta Maya, ora, almeno nelle puntate italiane, al centro dello scandalo per via del suo passato, ha detto: “Quando gli autori della soap mi hanno detto che cosa sarebbe successo a Maya ero agitata ed impaurita, ci tenevo a fare un ottimo lavoro e a trattare con onestà e sensibilità l’argomento della transessualità” aggiungendo: “per farlo ho studiato, ho letto libri e ho parlato con alcune persone che hanno già vissuto la transizione e con altre che la stanno vivendo”. Karla Mosley ha poi raccontato di aver ricevuto la telefonata per la convocazione per il provino per Beautiful mentre era ad una lezione di yoga e di essersi precipitata a casa per farsi una doccia e cambiarsi ed essere corsa immediatamente agli Studios perché il giorno dopo sarebbe dovuta partire.

L’attrice che in Beautiful interpreta Steffy, che nelle puntate americane è al centro di una polemica perché ha ucciso Aly, ha detto: “ ero agitatissima quando sono andata a fare il provino. Ero una fan della soap, ci sono cresciuta e non mi sembrava vero di avere l’opportunità di farne parte” aggiungendo: “lo ammetto, mi tremavano le gambe, ma non deve  essere andata poi così male, visto che non ho fatto in tempo a tornare a casa che già mi avevano chiamato per chiedermi di tornare il giorno dopo”.

il principe 2 anticipazioni

Il Principe- Un amore impossibile 3 stagione anticipazioni: il flop di ascolti mette in pericolo il sequel?

Scuola riforma teoria tender

Riforma scuola: la teoria gender ci sarà?