in

Beauty Charity, la medicina estetica a costo zero ora anche in Italia

 

Anche in Italia si sta diffondendo, per iniziativa di alcuni studi medici, la tendenza ad offrire  trattamenti medico sanitari totalmente gratuiti a persone che, in questi tempi di crisi, non possono permetterselo economicamente. All’estero è già pratica usuale e diffusa, da Cuba agli Stati Uniti alla Gran Bretagna, quella di mettere in piedi vere e proprie “Beauty Zero Cost”, perché la medicina estetica è sempre più al servizio della salute psicofisica, non solo dell’aspetto puramente esteriore.Trattamenti estetici

“Siamo figli della società dell’immagine e abbiamo bisogno di piacerci per vivere in modo equilibrato la relazione con noi stessi e con gli altri”, così afferma la dottoressa Mariateresa Grecchi, medico estetico, promotrice della prima Beauty Charity in Italia. Da pochi giorni, infatti, mette a disposizione il suo studio e staff del centro ‘Viso e Sorriso’ di Verona per eseguire gratuitamente una serie di trattamenti di medicina estetica.

Se da un lato l’esigenza di avere un aspetto curato e sempre giovanile è diventata una componente essenziale dello stato di benessere per la maggioranza delle persone, il raggiungimento di questo obiettivo viene ostacolato da due elementi: le false aspettative sui risultati degli interventi estetici (il 30% degli interventi di chirurgia estetica rientra nella cosiddetta ‘redo surgery’, eseguita per ritoccare e correggere un intervento già effettuato) e la crisi economica, che allarga il divario tra quello che viene ormai percepito come il ‘diritto alla bellezza’ e la reale possibilità di affrontarlo a proprie spese. Ecco allora che, per ovviare a questi impedimenti, nascono simili iniziative di ‘medicina estetica a costo zero’: visita  e checkup gratuito, trattamenti laser e luce pulsata, test per la valutazione dello stato d’invecchiamento della pelle ed altri. Questi gli obiettivi della dottoressa Grecchi: “Non escludo collaborazioni in futuro con aziende del settore, magari per ampliare la gamma dei servizi offerti, oppure con delle onlus. In Italia, però, si associa ancora troppo spesso la medicina estetica alla medicina della vanità anziché ritenerla una medicina del benessere in senso più ampio”.

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Lavoratori Electrolux Solaro, protesta in Regione Lombardia per gli esuberi

Trono Over

Anticipazioni Uomini e Donne: Trono Over, sfide e polemiche tra Dame e Cavalieri