in ,

Belgio, eutanasia negata al detenuto Frank Van Den Bleeken

Fino a pochi giorni fa sembrava che Frank Van Den Bleeken, il criminale belga che ha trascorso trent’anni della sua vita in carcere, fosse riuscito ad ottenere l’approvazione dei medici a ricorrere all’eutanasia.

L’uomo, che si è macchiato di stupri seriali e dell’assassinio di una diciannovenne nel 1989, sarebbe dovuto andare incontro alla “dolce morte” il prossimo 11 gennaio, ma i medici hanno deciso in accordo con il ministro della Giustizia Koen Geens di interrompere la procedura per “motivi personali legati al segreto medico”.

Il detenuto, che ha dichiarato di essere “un pericolo pubblico” incapace di controllare la violenza, verrà trasferito a Gand in un istituto psichiatrico legale di recente apertura e specializzato in lungodegenze, dove verrà aiutato a condurre un’esistenza “qualitativamente decente”.

 

vacanze romantiche

Ilaria D’Amico e Gigi Buffon: vacanze romantiche a Courmayeur

Massa un cartello omofobo in uno studio dentistico

Toscana, Massa volantino shock: “Attenzione qui lavora un dentista gay”