in

Bellezza e salute: la scienza dice che c’è un legame

La genetica premia la bellezza: le persone avvenenti, infatti, si ammalano poco perché hanno tendenzialmente una salute di ferro. Il luogo comune “piove sul bagnato”, dunque, è più che fondato? Stando a quanto confermato da una recente ricerca scientifica, sì. Lo studio in questione è stato condotto dai ricercatori della University of Cincinnati e pubblicato su Evolution And Human Behaviour.Genetica e bellezza legame

Chi è stato baciato da madre natura è anche dotato di un patrimonio genetico refrattario alle gravi malattie, immune quindi da disturbi come il colesterolo alto, la depressione, il diabete, l’asma et similia. Rispetto alle persone bruttine, inoltre, ai belli vengono di rado diagnosticate malattie mentali o fisiche nell’arco della vita. L’indagine da cui scaturiscono queste informazioni è stata condotta su un campione di 15 mila uomi e donne tra i 24 e i 35 anni di età, monitorati da quando ne avevano 10. I soggetti, dopo un colloquio con gli studiosi durato 90 minuti, sono stati classificati in 5 categorie, divise in una scala di valori che va da ‘molto poco attraenti’ a ‘molto attraenti’.

Dall’attenta osservazione è stato poi riscontrato un inconfutabile legame tra il loro aspetto estetico e le condizioni di salute di ognuno, nell’arco della vita. Tra loro, uomini e donne reputati attraenti chiedevano meno giorni di malattia al lavoro, per citare un esempio. Da ciò i ricercatori hanno concluso che la bellezza fisica è un indiscusso indicatore di geni sani.

The Last of Robin Hood: Dakota Fanning e Kevin Kline scandalosi amanti (Video)

omicidio Yara Gambirasio

Yara Gambirasio, Massimo Bossetti e l’epistassi che spiegherebbe il Dna sulla vittima