in ,

Benessere: il quartiere conta più dei soldi

Secondo uno studio pubblicato su una rivista scientifica americana stare in un quartiere piuttosto che in un altro può fare la differenza in termine di soddisfazione, salute e felicità. Gli studiosi si sono resi conto che chi si era trasferito da un luogo ad un altro stava sperimentando una sensazione di benessere complessivo e una gioia maggiore rispetto a quelli che non si erano mai mossi dal quartiere popolare in cui abitavano. Tutto questo anche se la maggioranza di persone non aveva affatto migliorato la propria situazione economico-sociale. L’attaccamento al quartiere, gli aspetti emotivi della relazione fra le persone e l’ambiente possono venir messi in parallelo con l’affetto che unisce il bambino alla persona che lo accudisce.Via Cristoforo Colombo in Roma

Cambiare città o anche solo zona, all’interno di essa, può peggiorare il nostro benessere. E’ stato dimostrato che questo sentimento esiste perchè le persone sviluppano un vero e proprio legame affettivo sia con le case in cui risiedono che con i posti in cui vivono. La scelta del luogo della città in cui stare è senz’altro la decisione più importante della nostra esistenza. La città e il quartiere, hanno un impatto molto forte, perchè determinano il tipo di persone che si incontrano e, di conseguenza, la rete sociale che si instaura, lo stile di vita e anche il tipo di lavoro che si potrà svolgere. A determinare, però, il livello di benessere sono: la vicinanza o la chiusura dei vicini, la presenza di servizi sociali che rendono la vita più comoda e piacevole.

50 sfumature di grigio cast anticipazioni lindsay lohan

50 Sfumature di grigio: Lindsay Lohan nel sequel, sarà forse Leila?

lola ponce di nuovo mamma

Lola Ponce, mamma per la seconda volta: “Regina Diaz Ponce è con noi e illumina la vita”