in

Benfica-Siviglia: oggi la finale “maledetta” di Europa League

Hanno eliminato la Juve in casa sua e sono tecnicamente più forti. Per queste ragioni il Benfinca è favorito alla vittoria dell’Europa League nella finale che andrà in scena stasera allo Stadium. Eppure i giocatori portoghesi devono fare i conti con una maledizione che incombe dal 1963 sul club e porta il nome dell’allenatore ungherese Bela Guttmann.

finale europa league

Dopo aver vinto due coppe campioni consecutive da tecnico del Benfica, nel 1961 e nel 1962, Guttmann bussa alla porta della dirigenza e chiede un aumento di stipendio. Ma gli viene risposto di no. A quel punto il tecnico se ne va e lancia la sua maledizione: “Senza di me il Benfica non vincerà in Europa per i prossimi 100 anni”. Da quel giorno la squadra portoghese ha perso tutte e sette le finali di coppa campioni, di coppa uefa e di Europa legaue che ha disputato. L’ultima proprio lo scorso anno contro il Chelsea, per via di un gol subito al 90esimo.

I giocatori del Benfica sanno bene cosa significa per loro giocare una finale con una maledizione sulle spalle. Quelli del Siviglia, dal canto loro, hanno tutto da guadagnare, esattamente come nel ritorno di semifinale, quando hanno rimontato incredibilmente contro il Valencia. Insomma, stasera a Torino andrà in scena un’altra memorabile pagina di calcio.

photo credit: flierfy via photopin cc

“La Gabbia” 14 maggio: il ritorno di Paolo Barnard e lo scandalo tangenti sull’Expo 2015 e l’ex ministro Scajola in carcere

I maialini di Pig Beach: un’isola disabitata tutta per loro