in ,

Benigni Obama, alla Casa Bianca grande show: “Hanno visto 20 volte ‘La Vita è Bella'”

Insieme a Matteo Renzi e alla first lady, Agnese, ad accompagnare la delegazione italiana per salutare Barack Obama, presidente degli Stati Uniti uscente, c’era anche Roberto Benigni. L’artista italiano, come sempre, ha dato sprazzi di grande comicità durante la cena con il Capo di Stato americano; così come riporta l’edizione online de La Repubblica, infatti, il comico toscano ha intrattenuto i commensali con i suoi soliti sketch e le battute ‘taglienti’ cui ha abituato, durante il corso della sua lunghissima carriera, il premio Oscar italiano. Ad esempio? Roberto Benigni ha invitato Barack Obama a: “Fermare Matteo Renzi.” 

>>> RENZI, OBAMA: LA CENA DI STATO<<<

E ancora, nei confronti di Michelle Obama, la first lady americana, l’artista toscano ha confidato: “Guarda, secondo me sarebbe un ottimo business il cavolo nero. Nel giardino della Casa Bianca crescerà sicuramente bene.” E, come ribadito ai giornalisti una volta conclusa la cena di Stato, Benigni vorrebbe restare proprio negli Stati Uniti perché: “Sto cercando una cosetta nell’orto di Michelle, le ho consigliato il cavolo nero perché lei non capisce molto di cavolo. Siccome io sono di origini contadine le ho consigliato il cavolo nero che cresce in Toscana.”

È rimasto molto contento, inoltre, Benigni, per aver saputo che una delle figlie di Barack Obama abbia visto: “Ben venti volte ‘La Vita è Bella'”, la pellicola con cui l’artista italiano ha vinto il Premio Oscar nel 1999. Alla stampa, al termine della cena, Roberto Benigni ha ammesso: “È stata una cosa bellissima, ci siamo parlati, abbracciati, scambiati emozioni. Mi è piaciuto molto il loro senso di amicizia. Abbiamo avuto la fortuna di stare insieme a persone irripetibili.”

Dati Auditel

Ascolti tv 18 ottobre 2016: esordio con il botto per I Medici su Rai 1

Le 5 offerte più economiche per un viaggio in Europa per il ponte del 1° novembre

Ponte 1° novembre 2016: 5 offerte economiche per viaggio bellissimo in Europa