in ,

Beppe Grillo abbandona la guida del M5s e scrive sul blog: pronto a farmi da parte

Un comunicato- il numero 55- in cui il leader maximo del Movimento Cinque Stelle annuncia di volersi fare da parte: “Il M5S ha bisogno di una struttura di rappresentanza più ampia di quella attuale” scrive Beppe Grillo sul suo blog, indicando i nomi del nuovo organo direttivo a cinque teste. Alessandro Di Battista, Luigi Di Maio, Roberto Fico, Carla Ruocco e Carlo Sibilia, sarebbero questi i nomi: “Queste persone si incontreranno regolarmente con me– aggiunge- per esaminare la situazione generale, condividere le decisioni più urgenti e costruire, con l’aiuto di tutti, il futuro del MoVimento 5 Stelle”.

Un comunicato brevissimo, conciso e diretto, dalla gigantesca portata: se ad oggi il movimento era stato guidato infatti dal comico genovese e dal guru della Casaleggio Associati- sempre rimasto sullo sfondo, sembrano aprirsi nuovi scenari. Presa di posizione che cade proprio a ridosso della rovinosa batosta elettorale in Emilia Romagna e in Calabria, dove i grillini hanno perso oltre 100.000 voti, prendendo il 13.30% in Emilia e appena il 4% in Calabria. Il Movimento aveva provato a nascondersi dietro il confronto con le regionali del 2009 ma, come ha fatto giustamente notare Marco Travaglio ad AnnoUno ieri sera, “questo confronto non sta in piedi, cinque anni fa il movimento era ancora in culla”.

La mossa di Grillo potrebbe anche rispondere alle richieste che da tempo venivano sopratutto dai dissidenti: ci sarà la possibilità di votare sulla piattaforma ad hoc fino alle 19: il referendum in rete è stato contestato anche da un gruppo sempre più numeroso di deputati secondo cui ci sarebbe dovuta essere una riunione parlamentare prima di passare alla consultazione online. Intanto sulla rete crescono i mal di pancia e l’hastag #BeppeQuestaVoltaNonCiSto gonfia i suoi consensi, tra gli altri, anche di alcuni deputati.

Milan news

Milan news Mexes: “Vogliono mandarmi via ma io voglio chiudere qui la carriera”

sabrina misseri libera a 40 anni

Caso Sarah Scazzi a Pomeriggio 5: Claudio Scazzi sulla colpevolezza di Sabrina Misseri