in

Berlusconi ai familiari di Tortora: Hanno perso una buona occasione per tacere

Continua la polemica tra Silvio Berlusconi e i familiari di Enzo Tortora, fra le cui frange si è schierato anche Marco Pannella. Durante un comizio a Brescia tenutosi pochi giorni fa il Cavaliere ha ribadito il proprio punto di vista in merito alla magistratura italica rea, a suo dire, di accanirsi ferocemente contro di lui mossi da odio ed invidia. In quella sede, Berlusconi, ha citato Enzo Tortora con queste parole: «L’altra sera mi sono rivisto un filmato di Enzo Tortora che mi ha commosso. Con la sua frase ai giudici, prima della sentenza: “Io sono innocente e spero dal più profondo del cuore che lo siate anche voi…La giustizia è un «tritacarne» ed io ne sono vittima per pregiudizio politico e indicibile invidia, per magistrati accecati dall’odio nei miei confronti».

figlie tortora berlusconi

Immancabile la risposta delle figlie di Tortora, Gaia ha asserito: “Si tratta di un’altra storia e di un’altra persona. Lo dico con il massimo rispetto, ma è quel rispetto che da tanto tempo andiamo cercando. Anche perché questo Paese ha bisogno di un altro clima e non è il clima che abbiamo visto oggi a Brescia“. Supportata a ruota dall‘ex compagna di Enzo Tortora Francesca Scopelliti, che ha ritenuto il paragone inappropriato e dal retrogusto di propaganda, nonché da Marco Pannella. Silvio Berlusconi, dopo essere venuto a conoscenza delle repliche pubbliche dei congiunti di Tortora ha rilanciato.

Io non mi sono affatto paragonato a Tortora, le figlie di Tortora, la compagna di Tortora, Marco Pannella, hanno perso una buona occasione per stare zitti e non fare brutta figura“. Su Twitter la figlia di Enzo Tortora ha ribattuto e ribadito di essersi rivolta a Berlusconi con rispetto e che non è nelle sue intenzioni replicare ulteriormente.

 

Watford, dal rigore alla vittoria in 30 secondi (video)

Anticipazioni Uomini e Donne: Alessia De Tommaso candidata al trono rosa